Category Archives: Amministrazione Giudiziaria

Le notizie dall’Amministrazione Giudiziaria!

227 – Mobilità – I risultati della riunione del 24 settembre scorso

Pubblichiamo il comunicato unitario sulla riunione del 24 settembre scorso relativa alla rivisitazione dei criteri di mobilità del personale. Nel corso della riunione abbiamo anche sottolineato la necessità di affrontare e risolvere la problematica dei distaccati ribadendo la nostra posizione: stabilizzare tutti i distaccati nei termini già formalizzati nell’accordo del 9.10.2012, fermo restando lo sblocco della mobilità ordinaria ossia per tutte le figure professionali.
 ...  Leggi Tutto

226 – Incontro del 24 settembre c.a. sulla mobilità – richiesta integrazione ordine del giorno di CGIL CISL e UIL: la risposta dell’amministrazione

Il 13 settembre CGIL CISL e UIL hanno chiesto la integrazione dell’ordine del giorno della riunione sulla mobilità convocata per 24 settembre con le seguenti materia: “FUA 2019 e integrazione risorse da utilizzare per il nuovo processo di progressioni economiche del personale alla luce della quantificazione operata nella ipotesi di accordo FUA 2018 e delle ulteriori risorse assegnabili in sede di assestamento di bilancio 2019”.
Pubblichiamo la risposta negativa dell’amministrazione.

225 – Relazioni sindacali – Una interessante interrogazione parlamentare

Pubblichiamo la interrogazione parlamentare con la quale vengono posti al Ministro della Giustizia quesiti cruciali in tema di progressioni professionali di tutto il personale giudiziario ed in tema di attribuzioni degli ufficiali giudiziari:

“Si chiede al sig. Ministro di conoscere quali sono i motivi:
§ Che ancora impediscono l’attuazione dell’art. 492 bis cpc con l’accesso diretto da parte dell’ufficiale giudiziario alle ...  Leggi Tutto

208 – Congedo Retribuito ex art.42 comma 5 D.L.vo 151/2001 – La nuova circolare dell’amministrazione

Pubblichiamo la circolare dell’amministrazione in tema di “congedo retribuito per l’assistenza a familiari affetti da handicap grave per un periodo massimo di due anni ai sensi dell’art.42, comma 5, del D. Lgs. 151/2001 e successive modificazioni ed integrazioni” con riserva di formulare osservazioni all’esito di una sua attenta lettura.