Login


Per gli allegati accedi qui!



Iscriviti alla CISL


Mondo CISL

Link consigliati:
Cisl
Il sito ufficiale della CISL
Cisl News
Le notizie, il mondo del lavoro e altro!
Cisl Funzione Pubblica
La nostra Federazione
Conquiste del lavoro
Quotidiano della CISL fondato nel 1948 da Giulio Pastore

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Santo del giorno

Manifesti storici

Manifesti storici

Chi è online

 32 visitatori online

Statistiche

Utenti : 809
Contenuti : 2185
Link web : 10
Tot. visite contenuti : 1528376
Home Amministrazione Giudiziaria
Amministrazione Giudiziaria
181 - dirigenti - retribuzione di posizione e di risultato anni 2016 e 2017: cgil cisl e uil sollecitano la contrattazione Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Venerdì 21 Settembre 2018 11:58

dott.ssa Barbara Fabbrini
Capo Dipartimento reggente dell’O.G. del personale e dei servizi

dott. Lucio Bedetta
Direttore generale della contabilità e del bilancio del D.O.G.

e p.c. dott. Fulvio Baldi
Capo di Gabinetto

 


Oggetto: fondo per la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti di seconda fascia – anni 2016 e 2017. Contrattazione integrativa - sollecito

Sono ormai trascorsi quasi 9 mesi dalla sottoscrizione in data 20 dicembre 2017 dell’ipotesi di accordo sui criteri per la corresponsione della retribuzione di risultato per gli anni 2016 (attività 2015) e 2017 (attività 2016), senza che si abbiano notizie in merito all’esito dei controlli di cui all’art. 40 bis del d.lgs. n. 165/2001.

Ciò posto, si chiedono urgenti informazioni al riguardo e, nel caso di certificazione positiva dell’ipotesi di accordo, la sollecita fissazione dell’incontro per la firma dell’accordo definitivo.

 
179 - Buoni pasto - Finalmente il Ministero fa chiarezza Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 18 Settembre 2018 23:01

Pubblichiamo la circolare del Ministero che illustra la situazione relativa alla impossibilità per il personale degli uffici giudiziari del Lazio, della Lombardia, del Piemonte e della Liguria di utilizzare i buoni pasto. Con la medesima circolare la direzione generale del bilancio precisa tempi e modi della sostituzione dei buoni pasto inutilizzati.

 
175 - Dirigenti - Nuove assunzioni Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 17 Settembre 2018 09:43

Con provvedimento del Direttore generale del personale e della formazione del 14 settembre 2018, è stata disposta l’assunzione, ai sensi del d.p.c.m. 24 aprile 2018, di 16 dirigenti tramite lo scorrimento della graduatoria relativa al concorso a 40 posti di dirigente di II fascia del Ministero della giustizia indetto con p.d.g. 10 maggio 2007. Il 2 ottobre pv gli interessati sottoscriveranno il contratto individuale di lavoro e successivamente frequenteranno il corso di formazione presso la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, previsto dall’art. 28 D.lgs. 30 marzo 2001, n. 165.

Questo il link

 
171 - ausiliari - i sindacati firmatari chiedo l'avvio delle procedure per il passaggio in area seconda Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 12 Settembre 2018 09:26

Dott. Fulvio Baldi
Capo di Gabinetto


Dott.ssa Barbara Fabbrini
Capo Dipartimento Reggente dell’organizzazione giudiziaria
Direttore Generale del personale e della formazione

 

Risulta alle scriventi organizzazioni sindacali che presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali siano state concordate ed autorizzate le procedure per il transito del personale dalla prima alla seconda area.

Su tale delicato argomento giova ricordare che sin dall’accordo FUA 2010, sottoscritto il 10 novembre 2011, codesta amministrazione aveva assunto l’impegno con le organizzazioni sindacali di procedere alla “riqualificazione” degli ausiliari della organizzazione giudiziaria avviando le procedure per il passaggio di 270 unità nella figura dell’operatore giudiziario.

Come è noto il predetto impegno è stato ribadito nell’accordo del 26 aprile 2017 all’art. 6: “…in particolare l’amministrazione si impegna ad… avviare, a partire da ottobre 2017, l'attuazione dell'articolo 64, comma I, lett. b) del CCNI 29 luglio 2010 per il passaggio di area degli Ausiliari nel rispetto delle condizioni e modalità ivi previste, mantenendo aperta la graduatoria degli idonei che si formerà all’esito della relativa procedura selettiva per eventuali ulteriori scorrimenti da effettuarsi ai sensi della normativa vigente, garantendo a vincitori il mantenimento della medesima sede di servizio, anche in posizione soprannumeraria rispetto alla pianta organica del profilo e fino al riassorbimento…”.

Orbene ad oggi il predetto impegno è rimasto lettera morta.

Pur comprendendo le difficoltà in cui l’amministrazione centrale si è trovata ad operare negli ultimi tempi, le scriventi organizzazioni sindacali, alla luce di quanto convenuto presso il MIBACT, ritengono non più giustificabile l’accumulo di un ulteriore ritardo e, per tale motivo, chiedono la convocazione a breve di un apposito incontro per definire tempi e modi del passaggio di area degli ausiliari in servizio nell’amministrazione giudiziaria.

Con riserva di ulteriori iniziative in caso di negativo riscontro, si porgono distinti saluti

 
168 - Organici e progressioni economiche - i sindacati firmatari dell'accordo di aprile 2017 scrivono al ministro Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 06 Settembre 2018 12:17

Roma, 5 settembre 2018

Al Sig. Ministro della Giustizia On.le Alfonso Bonafede

Al Sottosegretario con delega al personale
On.le Vittorio Ferraresi


Al Capo Dipartimento del D.O.G. Dott.ssa Barbara Fabbrini

LORO SEDI

 

 

Oggetto: Richiesta informazione preventiva su predisposizione piano dei fabbisogni -
Art.6 ter D. Lgs. 165/01 e succ. mod. e int.. Richiesta aggiornamento sui lavori per la definizione delle progressioni economiche del personale.

Con riferimento all’oggetto ed in considerazione dell’emanazione, da parte del Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione, del D.I. 27 luglio 2018, relativo alla predisposizione delle linee guida per la determinazione del piano triennale dei fabbisogni di personale, che peraltro prevede che detto piano venga presentato entro sessanta giorni dalla data di pubblicazione del citato D.I., le scriventi OO.SS. chiedono di acquisire la prevista informazione preventiva alle OO.SS. rappresentative sulle linee programmatiche che codesta Amministrazione intende perseguire ai fini dell’applicazione della normativa di che trattasi, tenuto conto anche degli impegni sottoscritti il 26 aprile 2017 a partire da quello concernente lo scorrimento delle graduatorie di cui all’art. 21 quater legge 132/2015 da realizzare entro il 30 giugno 2019. A corredo delle informazioni richieste appare opportuno inoltre un aggiornamento della situazione dell’organico di fatto con particolare riferimento alla situazione delle carenze accertabili per ciascun profilo professionale ed alla previsione delle cessazioni che avverranno nel triennio di riferimento.
Contestualmente si chiede di conoscere lo stato di avanzamento dei lavori delle Commissioni istituite per l’attuazione dell’Accordo sulle progressioni economiche 2018, in particolare rispetto alla data previsionale per il termine lavori e si reitera la richiesta di convocazione per la sottoscrizione definitiva dell’Accordo Fua 2017 e dell’Accordo sulle ulteriori progressioni economiche 2018, se certificati dagli organi di controllo, o, nel caso contrario, per verificare quali problematiche impediscano la conclusione degli iter relativi.
Nel rimanere in attesa di formale riscontro alla presente nota, inviata ai sensi della vigente normativa contrattuale, si porgono distinti saluti.

 
162 - Procedure ex art. 21 quater L. 132/2015 – scorrimento della graduatoria per funzionari giudiziari e funzionari nep Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 11 Agosto 2018 21:43

L’amministrazione giudiziaria, con pdg 8 agosto 2018 nn. 7675 e 7676, ha disposto lo scorrimento delle graduatorie di merito delle procedure selettive interne previste dall’art. 21-quater del decreto legge 27 giugno 2015 in conseguenza delle nuove assunzioni di funzionari giudiziari mediante gli scorrimenti delle graduatorie di altre pubbliche amministrazioni in corso di validità nonché a seguito delle rinunce accertate in relazione alla procedura di riqualificazione per funzionario UNEP. Tale scorrimento fa seguito a quello operato con pdg 13 aprile 2018 n.3345 per la sola graduatoria relativa ai funzionari giudiziari. Lo scorrimento riguarda 35 posizioni della graduatoria per funzionari giudiziari (dalla 1.182 alla 1216) e 7 posizioni della graduatoria per funzionari NEP (dalla 621 alla 627). L’amministrazione ha precisato che con successivi provvedimenti si procederà a ulteriori scorrimenti della graduatoria relativa alla procedura di selezione interna per funzionario giudiziario, coerentemente con le nuove assunzioni previste dal decreto del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione del 20 ottobre 2016 e successive modificazioni e integrazioni.
I colleghi interessati dallo scorrimento sottoscriveranno il contratto individuale di lavoro e saranno immessi nelle nuove funzioni il prossimo 10 settembre. Questo il link al sito istituzionale del Ministero

 
161 - Buoni pasto – Lotti 1 e 3: si va verso la risoluzione del contratto Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 01 Agosto 2018 11:07

Da notizie assunte presso i competenti uffici del ministero risulta che l’amministrazione giudiziaria sta operando per addivenire in tempi rapidi alla risoluzione del contratto con la società QUI GROUP ed al contestuale ritiro dei buoni pasto risultati inutilizzabili nell’ambito delle regioni Lazio, Piemonte, Liguria Lombardia e Val D’Aosta (lotti 1 e 3).

 
158 - progressioni economiche - pubblicate ulteriori graduatorie Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 28 Luglio 2018 10:57

Sono state pubblicate sul sito istituzionale giustizia.it ulteriori graduatorie relative alla progressioni economiche 2017. Tali graduatorie approvate, con provvedimenti 26 luglio 2018 del Direttore generale del personale e della formazione, si aggiungono a quelle pubblicate il 9 maggio 2018 per un totale di 27 graduatorie. L'amministrazione ha precisato che le "commissioni continuano i lavori anche a ridosso delle ferie estive, per definire prima possibile le progressioni". Questo il link

 
157 - uffici giudiziari bari - il ministro incontra le rappresentanze sindacali Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 28 Luglio 2018 10:50

 
130 - precari giustizia - La CISL chiede l'intervento del ministro Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 19 Giugno 2018 12:29

Con nota inviata in data odierna al ministro Bonafede la cisl ha chiesto l’intervento del ministro al fine di affrontare con decisione la complessa problematica relativa alla stabilizzazione del rapporto di lavoro di tutti i precari della giustizia, sia di quelli inseriti nell’ambito del progetto formativo nazionale, coinvolti nell’assunzione dei 300 operatori giudiziaria, sia quelli che prestano servizio negli uffici giudiziari sulla base di convenzioni con gli enti locali. Terremo informati i lavoratori interessati degli sviluppi.

 
127 - progressioni economiche - cgil cisl e uil chiedono un incontro Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 13 Giugno 2018 20:01

Dott.ssa Barbara Fabbrini
Direttore Generale del personale e della formazione

 

Le scriventi organizzazioni sindacali ricevono reiterate richieste di informazione da parte dei lavoratori in merito ai tempi di pubblicazione delle graduatorie relative alle progressioni economiche anno 2017. Il pressing dei lavoratori è legittimo sia per il lungo lasso di tempo trascorso dalla pubblicazione dei bandi sia per il timore di procrastinare la decorrenza delle progressioni al 2019 (ossia di perdere un altro anno, il 2018, dopo aver perso il 2017). Infatti la decorrenza delle progressioni economiche non coincide più con l’anno di sottoscrizione del relativo accordo ma con l’anno di approvazione e pubblicazione delle graduatorie. Inoltre, è noto che proprio per accelerare i tempi dello scrutinio delle domande sono stati concordati criteri semplificati di valutazione, soprattutto dei titoli, che hanno generato non poco malcontento tra i lavoratori.

Per i motivi sopra indicati, attesa la delicatezza della problematica e la ferma volontà delle scriventi organizzazioni sindacali di portare a termine il più rapidamente possibile anche le progressioni economiche anno 2018, si chiede la convocazione con urgenza di un apposito incontro.

 
126 - attuazione accordo 26 aprile 2017 - il sindacato confederale interpella il nuovo ministro Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 12 Giugno 2018 21:42

Al Sig. Ministro della Giustizia On.le Alfonso Bonafede

e, p.c.

Al Direttore Generale del personale e della formazione del D.O.G. Dott.ssa Barbara Fabbrini


Signor Ministro,

le scriventi OO.SS., nell’augurarLe il benvenuto a capo del dicastero della Giustizia, chiedono la convocazione di un incontro sindacale avente per oggetto l’Accordo del 26 aprile 2017 inerente la programmazione e la rimodulazione dei profili professionali, azioni di riqualificazione e promozione professionale del personale dell’Amministrazione giudiziaria e degli altri dipartimenti.
Certi di un accoglimento della presente richiesta, ringraziano e rinnovano gli auguri di un proficuo lavoro per una giustizia migliore e più efficiente.

 
123 - uffici giudiziari Bari - i risultati della riunione del 30 maggio Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 31 Maggio 2018 23:52

Alle Segreterie Territoriali FP CGIL, CISL FP e UIL PA
Con preghiera di trasmissione alle delegate ed ai delegati
FP CGIL CISL FP UIL PA Ministero della Giustizia

LA SITUAZIONE DI BARI

Si è svolta ieri una riunione del tavolo nazionale incentrata su una informativa dell’episodio grave che stiamo registrando a  Bari, ove una verifica sull’agibilità dell’edificio che ospita Tribunale Penale e Procura, attuata tramite una perizia ordinata dall’ente proprietario, l’Inail, ha certificato gravi ed imminenti rischi addirittura di implosione dell’edificio. Fatto che ha determinato la necessità dello sgombero e la predisposizione delle famose tende, al cui interno si svolgono le udienze. Uno sgombero del tutto parziale, dobbiamo dire, perché incredibilmente abbiamo verificato che invece si tende a mantenere all’interno del palazzo i lavoratori, i quali evidentemente o vengono ritenuti immuni dal rischio oppure potenziali eroi civili. Non è certo così e su questo si è aperta la riunione con le dichiarazioni della Capo Dipartimento che per prima si è dichiarata sconcertata  di questa situazione, aggiungendo di aver più volte richiamato i titolari degli Uffici, a quanto pare allo stato inutilmente, a non consentire l’ingresso dei dipendenti. Per quanto riguarda il resto del racconto, purtroppo tristemente noto ai lavoratori di Bari ai quali va tutta la nostra solidarietà, le conclusioni sono che il Palazzo dovrà naturalmente essere sgomberato e che occorre trovare soluzioni transitorie che consentano il prosieguo delle attività, superando l’emergenza tenda, e la soluzione strutturale per la quale è vigente un bando per il reperimento dei locali adatti. Soluzione transitoria che è stata preannunciata nella riapertura della sede distaccata di Modugno e nel reperimento di un  palazzo ex INAIL situato a via Brigata Regina a Bari, comunque a seguito di adeguamento logistico. A contorno di tutto questo la stessa Capo Dipartimento si è dichiarata dispiaciuta per non avere incontrato le RSU in occasione del recente sopralluogo, che lo farà al più presto, (sarà a Bari venerdì) e che ha intenzione di chiederne la presenza alla Conferenza permanente.
Al riguardo noi ci siamo espressi concordando in sostanza sui seguenti punti:
· Che preliminarmente occorre procedere allo sgombero completo dei lavoratori impedendo il prosieguo delle attività nel Palazzo, in particolare ritirando le disposizioni che li obbligano a permanere all’interno dell’edificio;
· Che la RSU sia coinvolta insieme agli RLS e alle OO.SS. Territoriali in tutte le fasi di governo della situazione emergenziale, anche in riferimento alle necessarie verifiche sull’agibilità delle soluzioni transitorie individuate ed alle modalità organizzative conseguenti;
· Che in tale contesto si possano individuare soluzioni che attenuino il disagio dei lavoratori derivante da allocazioni logistiche che possano presentare problemi di accesso con i servizi pubblici o derivanti da sovraccarichi organizzativi, soluzioni naturalmente valutabili prioritariamente a livello di confronto locale;
· Che prima del trasferimento del personale nella sede di Modugno venga avviata una procedura di interpello riservata a tutti i lavoratori coinvolti nella vicenda al fine verificare l’esistenza di disponibilità al trasferimento.
Queste le informazioni dovute ai nostri rappresentanti ed ai lavoratori, cui rinnoviamo la nostra piena solidarietà e disponibilità ad ulteriore supporto, considerato che l’Amministrazione ci ha preannunciato una nuova informativa la prossima settimana. Il carattere nazionale del comunicato riguarda la rilevanza mediatica che l’allestimento delle tende ha dato di un problema grave come la condizione logistica e di sicurezza degli Uffici Giudiziari, rilevanza che noi riteniamo non possa essere parte solo della logica di emergenze come questa, ma che debba riguardare la constatazione di come la politica dei tagli abbia fallito miseramente l’obiettivo di razionalizzare la spesa peggiorando condizioni di lavoro e qualità dei servizi.
Per questo, a nostro avviso, se le tende fossero state davvero un modo eclatante di denuncia, noi avremmo condiviso.
Infine un doveroso chiarimento: abbiamo preso atto ieri, in considerazione delle eccezionalità della situazione e del carattere meramente informativo della riunione, della presenza al tavolo delle OO.SS. non firmatarie del CCNL: resta però ferma la nostra posizione sul pieno rispetto del nuovo CCNL, in particolare per quel che riguarda la puntuale applicazione dell’art.7, che disciplina la titolarità della contrattazione integrativa in capo alle sole OO.SS. sottoscrittrici del CCNL.

 
115 - Trasformazione part time / full time - Interevento del sindacato confederale Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 16 Maggio 2018 20:37

Dott.ssa Barbara Fabbrini Capo Dipartimento Reggente dell’Organizzazione Giudiziaria
Direttore Generale del personale e della formazione

 


La politica degli organici posta in essere da codesta amministrazione negli ultimi anni ha consentito di sopperire alle gravi carenze di personale attraverso la immissione nei ruoli dell’amministrazione giudiziaria di centinaia di lavoratori o provenienti in mobilità (anche obbligatoria) da altre pubbliche amministrazioni ovvero assunti da graduatorie di concorsi espletati anche presso altre pubbliche amministrazioni. Il recente DPCM emanato lo scorso 24 aprile conferma questo trend positivo autorizzando l’ulteriore assunzione di 300 operatori giudiziari mediante chiamata diretta dalle liste tenute presso i Centri per l’impiego. Tuttavia, nonostante le iniziative poste in essere, ad onta delle richieste degli interessati e delle scriventi organizzazioni sindacali, resta impregiudicata la posizione dei lavoratori i quali, assunti ovvero transitati da altre pubbliche amministrazioni con rapporto di lavoro a tempo parziale, dopo anni di onesto e proficuo lavoro negli uffici giudiziari legittimamente rivendicano la trasformazione in full time del loro rapporto di lavoro. Tale trasformazione gioverebbe non poco alla stessa amministrazione in quanto raddoppierebbe il contributo che questi lavoratori danno quotidianamente alla evasione dei carichi di lavoro negli uffici presso i quali sono stati assegnati ed operano. Per tale motivo, CGIL CISL e UIL chiedono che codesto dipartimento ponga in essere quanto necessario per addivenire in tempi certi e rapidi alla predetta trasformazione, riservandosi l’adozione di ulteriori iniziative in caso di negativo riscontro.

Distinti saluti

 
114 - Osservatorio paritetico formazione - I risultati della riunione del 8 maggio 2018 Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 10 Maggio 2018 21:28

Si è svolto l’8 maggio scorso la prima riunione dell’osservatorio paritetico sulla formazione. La riunione, cui hanno partecipato per la parte pubblica il Direttore Generale del personale e della formazione nonchè il direttore dell’ufficio II (Formazione), ha avuto carattere meramente informativo sulle iniziative formative poste in essere dall’amministrazione centrale ed introduttive dei lavori dell’osservatorio paritetico. Nel corso della riunione la CISL, nel salutare con favore l’inizio dei lavori del comitato paritetico, ha chiesto una più precisa informazione sull’offerta formativa dell’amministrazione al fine di assicurare la piena trasparenza soprattutto sulla gestione della formazione a livello periferico nell’ambito della quale quasi mai è stato assicurato il principio di pari opportunità formativa in favore dei lavoratori. Inoltre la CISL ha chiesto l’espansione della formazione e-learning (ossia quella che viene svolta on line attraverso il pc dell’ufficio) in quanto la stessa consente di raggiungere tutti i lavoratori a costi limitatissimi. In merito a quest’ultima richiesta la delegazione di parte pubblica ha precisato che lo sviluppo della formazione e-learning trova ostacoli solo di carattere tecnico legati ai limiti della piattaforma attualmente utilizzata da ministero. Tale tipo di formazione comunque costituirà il futuro della formazione (anche) nella Giustizia. I lavori dell’osservatorio paritetico sono stati aggiornati al prossimo mese di settembre.

 
112 - Progressioni economiche 2017 – approvate le prime graduatorie Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 10 Maggio 2018 21:07

Sono state approvate con provvedimento del Direttore Generale del personale e della formazione alcune graduatorie relative alle procedure per l’attribuzione della fascia economica superiore anno 2017.
In particolare sono state approvate le seguenti graduatorie:

Funzionario contabile area III F7 (1 posto)  -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4026

Funzionario bibliotecario area III F6 (1 posto)   P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4033

Funzionario UNEP area III F6 (1 posto)  -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4035

Assistente giudiziario area II F2 (1 posto) -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4025

Assistente giudiziario area II F6 (1 posto) -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4029

Assistente informatico area II F4 (2 posti) -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4028

Assistente linguistico area II F4 (1 posto) -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4032

Contabile area II F3 (1 posto) -   P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4031

Conducente automezzi area II F2 (4 posti)  -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4030


Nei prossimi mesi, verosimilmente entro l’estate, si procederà all’approvazione delle ulteriori graduatorie relative alle progressioni economiche 2017
Vi terremo informati.

link al sito giustizia.it

 
106 - Assistenti giudiziari – Prossima l’assunzione degli ulteriori 420 idonei Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 25 Aprile 2018 19:03

L’amministrazione giudiziaria, con avviso pubblicato sul sito, ha comunicato che il Ministro Orlando ha altresì dato mandato ai suoi uffici di procedere allo scorrimento della graduatoria del concorso da assistente giudiziario per le residue 420 posizioni già finanziate secondo quanto previsto dal decreto interministeriale del 31 gennaio 2018. E’ stato altresì precisato che gli idonei verranno convocati nella prima settimana di luglio per la scelta delle sedi e la firma del relativo contratto.

 
105 - Mobilità interna – prossimo l’interpello per assistenti giudiziari Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 25 Aprile 2018 18:55

Con avviso pubblicato sul sito istituzionale del Ministero, l’amministrazione giudiziaria ha notiziato che la Direzione generale del personale, su direttiva del Ministro Andrea Orlando, sta provvedendo all’individuazione delle sedi da destinare all’interpello gli assistenti giudiziari già in servizio. Tale interpello, è stato ribadito, sarà pubblicato entro l’estate prossima.

 
101 - Osservatorio paritetico formazione – Rinviata la riunione all’8 maggio pv Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Domenica 22 Aprile 2018 12:05

La riunione già convocate per il giorno 20 aprile us al fine di dare avvio ai lavori dell’osservatorio paritetico sulla formazione è stata rinviata al prossimo 8 maggio, ore 11.00. Vi terremo informati.

 

 
95 - Procedure ex art. 21 quater L. 132/2015 – primo parziale scorrimento della graduatoria per funzionari giudiziari Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 16 Aprile 2018 00:09

Con PDG 13 aprile 2018 n.3345 il direttore generale del personale e della formazione ha disposto il primo parziale scorrimento della graduatoria relativa al transito dei cancellieri in area terza,  figura professionale del funzionario giudiziario, graduatoria formata in attuazione dell’art. 21 quater della legge 132/2015.
Lo scorrimento riguarda 47 posizioni della graduatoria, dalla 1.135 alla 1.181,  e fa seguito alla mancata immissione in servizio di 2 dei vincitori, nonché alle nuove assunzioni di funzionari giudiziari mediante le procedure di mobilità e di scorrimento delle graduatorie di altre pubbliche amministrazioni in corso di validità.
L’amministrazione ha precisato, nell’avviso pubblicato sul sito istituzionale che con successivi provvedimenti si procederà ad ulteriori scorrimenti della medesima graduatoria a seguito delle nuove assunzioni previste dal decreto del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione del 20 ottobre 2016 e successive modificazioni e integrazioni.

 
94 - Nuovo CCNL Funzioni Centrali – I risultati dell’incontro del 10 aprile 2018 Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Domenica 15 Aprile 2018 18:39


Si è svolto in data odierna il programmato incontro in ordine alla interlocuzione tecnica sul nuovo CCNL Funzioni Centrali convocato dall’amministrazione.

Nel corso della riunione CGIL CISL e UIL hanno rappresentato all’amministrazione che in questi primi giorni di applicazione del nuovo CCNL vi sono state interpretazioni da parte degli uffici che non rispondono alla lettera ed al contenuto dello stesso.

In particolare abbiamo rappresentato le criticità che maggiormente sono emerse nell’applicazione degli artt. 20 - 32 – 35 e 44. CGIL CISL e UIL hanno chiesto all’amministrazione di richiamare gli uffici su tutto il territorio ad una applicazione letterale delle norme contenute nel nuovo testo contrattuale onde evitare capziose interpretazioni da parte degli uffici.

Su tali punti l’amministrazione si è resa disponibile riservandosi, all’esito di ulteriori valutazioni, la emanazione di una direttiva.

Nel corso dell’incontro il Direttore Generale del personale Dott.ssa Barbara Fabbrini ha comunicato alle oo.ss.:

• che dal mese di giugno verrà pubblicato l’interpello per gli assistenti giudiziari e per gli ausiliari e che il 55% dei posti sarà riservato a sedi del centro sud del paese;

• che gli interpelli per tutte le altre figure professionali verranno pubblicati entro fine anno 2018;

• che l’ulteriore scorrimento della graduatoria degli idonei del concorso per 800 posti nella figura professionale di assistente giudiziario verrà realizzato verosimilmente nel mese di giugno p.v.;

• che si procederà allo scorrimento graduale della graduatoria degli idonei della procedura ex art. 21 quater in relazione alle assunzioni dall’esterno già effettuate attraverso lo scorrimento delle graduatorie cedute da altre pp.aa.;

• che le commissioni per le procedure per l’attribuzione delle posizioni economiche (anno 2017) si sono insediate il 12 aprile scorso e che, stante la grande quantità di dati da verificare, le graduatorie saranno pubblicate verosimilmente alla fine dell’estate.

Vi informeremo sugli ulteriori sviluppi

 
82 - Difficoltà operative urc - intervento Cgil CISL UIL Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 04 Aprile 2018 15:50

Pubblichiamo l’intervento del sindacato confederale in merito alle difficoltà operative degli uffici recupero crediti derivanti dall’applicazione del nuovo art. 238 bis TUSP.

 
77 - nuove assunzioni - la comunicazione dell'amministrazione Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 27 Marzo 2018 18:00

Pubblichiamo la nota trasmessa dall'amministrazione alle organizzazioni sindacali in merito all'ulteriore scorrimento delle graduatorie del concorso per assistente giudiziario. La CISL ribadisce quanto sostenuto da tempo: le nuove assunzioni sono indispensabili per il funzionamento degli uffici, attese le gravi scoperture di organico, ma una vera politica degli organici richiede innanzitutto la periodicità dei concorsi pubblici (come avviene per il concorso in magistratura) perchè è impossibile sopperire al fabbisogno di personale solo con mobilità dalle altre pubbliche amministrazioni. Inoltre le assunzione non possono avvenire in pregiudizio dei lavoratori in servizio. Questi ultimi, infatti, hanno il diritto di essere assegnati nelle sedi disponibili con precedenza rispetto ai nuovi assunti attraverso la pubblicazione di appositi interpelli straordinari.
La CISL inoltre ribadisce il proprio disappunto rispetto alla scelta dell’amministrazione di pubblicare sedi al sud in occasione dell’ulteriore scorrimento delle graduatorie del concorso per assistenti giudiziari. Tale pubblicazione infatti ha consentito di effettuare le assegnazioni in dispregio della graduatoria di merito. Per tale motivo la CISL ha invitato le proprie federazioni territoriali a valutare la opportunità di mettere a disposizioni dei lavoratori interessati i propri uffici legali per la eventuale predisposizione di ricorsi sulla materia.

 
75 - Formazione – Si parte con l’osservatorio paritetico Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 24 Marzo 2018 12:12

Le organizzazioni sindacali sono state convocate per il giorno 20 aprile pv al fine di dare avvio ai lavori dell’osservatorio paritetico sulla formazione previsto dall’accordo del 26 aprile u.s.

 
74 - Buoni Pasto – Deciso intervento del sindacato confederale Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 20 Marzo 2018 22:23

Con nota inviata in data odierna il Sindacato Confederale ancora una volta è intervenuto a tutela dei lavoratori dell’organizzazione giudiziaria i quali non riescono ad utilizzare i buoni pasto corrisposti dall’amministrazione.
CGIL CISL e UIL in particolare hanno chiesto all’amministrazione di interessare della questione oltre all’ente appaltante (Consip) anche il Ministero dell’Economia e Finanze riservandosi l’adozione di ulteriori iniziative in caso di negativo riscontro. Invitiamo in ogni caso i colleghi ad utilizzare la procedura ordinaria di contestazione mediante l’allegato schema di reclamo individuale.
Vi informeremo sugli ulteriori sviluppi

 
71 - CCNL funzioni centrali 2016/2018 - Convocate le oo ss per il prossimo 10 aprile Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 19 Marzo 2018 20:45

Le organizzazioni sindacali sono state convocate per il prossimo 10 aprile al fine di avviare una prima interlocuzione tecnica sulle problematiche poste dalla sottoscrizione del ccnl funzioni centrali. Pubblichiamo copia della convocazione. Vi terremo informati sugli sviluppi

 
70 - Interpello per assistenti giudiziari - La comunicazione dell’amministrazione al sindacato Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 19 Marzo 2018 20:37

 
69 - Mobilità - Il ministero preannuncia interpello per assistenti giudiziari nei mesi estivi Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 19 Marzo 2018 20:33

Con avviso pubblicato sul sito istituzionale del ministero della giustizia la direzione generale del personale dell’organizzazione giudiziaria, nel comunicare la chiusura dello scorrimento per 1024 posti  della graduatoria del concorso per assistenti giudiziari, ha precisato che, all’esito della predetta procedura, residuano 700 posti di assistente giudiziario (di questi il 50% è al sud) ed ha preannunciato la pubblicazione nei mesi estivi di un interpello di mobilità interna riservato al personale appartenente alla figura professionale dell’assistente giudiziario.
La CISL ritiene che la pubblicazione dell’interpello per gli assistenti giudiziari sia una misura positiva, perché viene incontro alle richieste dei lavoratori interessati e del sindacato, ma non ancora sufficiente. La Cisl infatti insisterà per ottenere lo sblocco della mobilità per tutte le figure professionali.
Vi terremo informati sugli sviluppi.

 
66 - Rotazione degli incarichi dirigenziali - I risultati della riunione del 7 marzo Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 13 Marzo 2018 22:21


Si è svolta il 7 marzo scorso la prevista riunione del tavolo tecnico sulle problematiche del personale dirigenziale e sulla rotazione degli incarichi dirigenziali.

Nel corso dell’incontro il Direttore generale del Personale e della Formazione, dott.ssa Fabbrini, ha illustrato le proposte dell’Amministrazione, di seguito sintetizzate:

- ai dirigenti interessati da rotazione verrà data comunicazione con ragionevole anticipo (almeno trenta giorni prima della scadenza dell’incarico e comunque prima della pubblicazione dell’interpello) dell’intenzione di non procedere al rinnovo dell’incarico, in modo da porli in condizione di partecipare agli interpelli che saranno pubblicati due volte all’anno, nei mesi di aprile e di ottobre;

- si ipotizzano non più di due rinnovi, con una permanenza massima nel medesimo incarico di nove anni (un terzo rinnovo è prospettabile solo per i dirigenti prossimi alla pensione);

- non si procede all’attribuzione di un nuovo incarico al dirigente prima che siano decorsi dodici mesi dall’inizio dell’incarico in essere.

Inoltre, l’Amministrazione si è impegnata a concludere le procedure di interpello entro sessanta giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle domande.

Si tratta di un importante passo avanti che tiene conto delle osservazioni formulate nel precedente incontro del 15 febbraio 2018.

CGIL, CISL e UIL hanno colto l’occasione per ribadire l’esigenza di assicurare la pubblicazione sul sito internet dei partecipanti alle procedure di interpello. Hanno chiesto inoltre che siano gestite in via prioritaria le attività volte alla definizione delle posizioni dei dirigenti coinvolti nella rotazione e che si proceda al più presto alla revisione dell’organico della dirigenza onde avviare un processo di revisione della retribuzione di posizione – parte variabile ed evitare la copertura di posizioni dirigenziali destinate alla soppressione.

E’ stata calendarizzata una nuova riunione per il 21 marzo 2018.

 
65 - Assunzione assistenti giudiziari e mobilità - Intervento della CISL Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 12 Marzo 2018 22:26

Dott.ssa Elisabetta Maria Cesqui
Capo di Gabinetto

Dott.ssa Barbara Fabbrini
Capo Dipartimento Reggente dell’organizzazione giudiziaria
Direttore Generale del personale e della formazione

 


Oggetto: assunzione assistenti giudiziari e pubblicazione sedi

 

La politica degli organici realizzata da codesta amministrazione ha registrato una importante inversione di tendenza rispetto al passato perché si è concretizzata nella immissione nei ruoli dell’organizzazione giudiziaria di centinaia di lavoratori provenienti in mobilità anche obbligatoria da altre pubbliche amministrazioni ovvero assunti da graduatorie di concorsi espletati presso altri enti pubblici e dalla graduatoria del maxi concorso per assistenti giudiziari.

Tale flusso di lavoratori in entrata, con particolare riferimento agli assistenti giudiziari neoassunti, quasi tutti giovani e titolati, ha giovato non poco all’amministrazione  perché ha dato maggior vigore all’esangue organico degli uffici giudiziari.  Tuttavia lo stesso, ad onta delle reiterate richieste di parte sindacale ed in virtù di una legge approvata ad hoc dal Parlamento per consentire la deroga alla disciplina contrattuale che prescrive l’interpello straordinario in caso di nuove assunzioni, non è stato preceduto dalla pubblicazione di bandi di mobilità interna (ordinari e/o straordinari) sì impedendo al personale in servizio di coprire i posti disponibili negli uffici giudiziari, specie in quelli del centro sud,  con precedenza rispetto ai neo assunti e rispetto al personale proveniente da altre pubbliche amministrazioni.

In questo negativo solco si colloca anche la recentissima scelta di pubblicare sedi al sud, che sono quelle più ambite, in occasione della assunzione di ulteriori mille assistenti giudiziari dalla graduatoria del maxi concorso. Tale decisione, anche nella ipotesi in cui dovesse risultare coerente con la normativa vigente, è certamente discriminatoria in quanto, se confermata, consentirà l’assegnazione dei neoassunti negli uffici più richiesti  senza tener conto della collocazione nella graduatoria di merito: chi viene assunto in questa sessione ha la possibilità di scegliere gli uffici del sud mentre tale possibilità è stata negata a coloro che, pur potendo vantare una posizione decisamente migliore in graduatoria, sono stati assunti, solo poche settimane fa, nella sessione precedente.

Il malcontento monta in tutti gli uffici giudiziari e decine sono i ricorsi che specialmente i neo assunti stanno per depositare innanzi all’AG competente. I lavoratori della Giustizia non meritano di pagare ancora una volta il prezzo di scelte sbagliate ed inique dell’amministrazione. Per tale motivo la CISL chiede che l’elenco delle sedi da coprire con gli idonei della graduatoria del maxi concorso sia modificato al fine di assegnare questi ultimi solo alle sedi del nord. Inoltre la CISL chiede per l’ennesima volta lo sblocco della mobilità interna per tutte le figure professionali ed in particolare che si proceda con urgenza alla pubblicazione di un interpello straordinario di mobilità interna, riservato a tutti gli assistenti giudiziari in servizio, al fine di garantire la copertura dei posti disponibili negli uffici del sud.

In una fase di transizione come questa, l’amministrazione avrebbe dovuto avere un comportamento responsabile e concertativo al fine dare continuità agli impegni assunti negli ultimi tempi sì realizzando quanto concordato e non ancora realizzato (ulteriori progressioni economiche, cambi di profilo all’interno delle aree, transito degli ausiliari in area seconda) e consolidando i risultati già conseguiti (scorrimento graduatorie cancellieri ed ufficiali giudiziari ex art.21 quater, pubblicazione bandi ex art. 21 quater per contabili, assistenti linguistici ed informatici).

La CISL si riserva l’adozione di ulteriori iniziative in caso di negativo riscontro. Nelle more le Federazioni Territoriali vorranno valutare la opportunità di fornire sin d’ora ai lavoratori interessati assistenza attraverso i propri uffici legali.

 
57 - Le bugie hanno le gambe corte... Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 01 Marzo 2018 22:19

Da alcune settimane circola negli uffici giudiziari una bozza di domanda con la quale si chiede al Ministero il pagamento della somma di mille euro pro capite, somma derivante dai risparmi di spesa conseguenti alla introduzione del Processo Civile Telematico.

Tale iniziativa, posta in essere da alcune organizzazioni sindacali, di infima rappresentatività, ha generato non poche aspettative in tanti colleghi che si sono premurati di inoltrare la domanda al Ministero.

Ancora una volta siamo stati costretti ad intervenire per difendere questi lavoratori da irresponsabili speculazioni.

Sull’argomento è intervenuta di recente una nota dell’amministrazione che conferma quanto da noi già comunicato ossia che non esistono risparmi accertati e certificati secondo le modalità previste dalla legge (art.27 D.L.vo 150/2009) né criteri generali di attribuzione definiti dalla contrattazione collettiva integrativa.

Nel pubblicarne copia, invitiamo i lavoratori a fidarsi solo di chi come la CISL da sempre dice la verità ai lavoratori.

 
53 - Dirigenti – Pubblicato interpello per n.2 posti c/o DG Bilancio Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 21 Febbraio 2018 23:50

È stato pubblicato sul sito istituzionale del ministero della giustizia l’interpello straordinario per la copertura dell’ufficio I e II della direzione generale del bilancio. Pubblichiamo la comunicazione dell’amministrazione.

 
52 - Incontro del 15 febbraio 2018 – Tavolo tecnico in merito alle problematiche del personale dirigenziale e alla rotazione degli incarichi dirigenziali Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 19 Febbraio 2018 21:54

Com’è noto la rotazione degli incarichi dirigenziali si pone come misura anticorruzione volta ad evitare il consolidarsi, in aree a rischio, di situazioni idonee ad incidere negativamente sulla corretta gestione amministrativa. Salvo poche posizioni, per lo più concentrate a livello di amministrazione centrale, tale situazione non trova riscontro nell’organizzazione giudiziaria.
La Corte dei Conti, muovendo da un’interpretazione particolarmente rigorosa ed eccessivamente penalizzante per la dirigenza, soprattutto in presenza di buoni risultati, ha sostenuto tuttavia che, in considerazione sia del disfavore manifestato dal legislatore nei confronti della prolungata permanenza dei dirigenti pubblici negli incarichi conferiti che dell’esigenza di assicurare la parità di trattamento e le legittime aspirazioni degli interessati, la previsione della rinnovabilità dell’incarico deve comunque incontrare limiti nella ragionevole durata dello stesso. Ha affermato quindi che l’ulteriore proroga dell’incarico, in assenza di selezione comparativa, si pone in contrasto con i principi di trasparenza e neutralità nelle procedure di assegnazione degli incarichi dirigenziali e con l’esigenza di evitare la cristallizzazione degli incarichi.
Ciò posto, CGIL, CISL e UIL, pur non essendo pregiudizialmente contrarie alla rotazione degli incarichi dirigenziali, che anzi può essere strumento per l’accrescimento delle competenze, hanno chiesto:

– che venga salvaguardata l’esigenza di una durata ragionevole dell’incarico, che consenta al dirigente di perseguire, con continuità, gli obiettivi assegnati (ad esempio, allungando a quattro anni la durata dell’incarico) e di assicurare il buon andamento e la continuità dell’azione amministrativa;

– di definire in modo chiaro e trasparente i criteri di rotazione, seguendo un percorso diverso da quello che ha interessato di recente alcuni dirigenti. Sotto tale profilo si rende necessaria un’adeguata programmazione nel conferimento degli incarichi dirigenziali nell’ottica di garantire continuità dell’azione amministrativa e certezza delle situazioni giuridiche. Al dirigente deve essere comunicato con ragionevole anticipo (almeno sei mesi prima) l’intenzione di non procedere al rinnovo dell’incarico in modo da porlo in condizione di partecipare tempestivamente agli interpelli, da pubblicare con cadenza semestrale, né può escludersi aprioristicamente la possibilità, all’esito della procedura di interpello, di conferire al dirigente non rinnovato l’incarico in precedenza ricoperto;

– di ridurre al minimo le ricadute dal punto di vista logistico ed economico per il dirigente non rinnovato (il nuovo incarico dovrà essere preferibilmente equivalente a quello precedente).

 
48 - Dirigenti - Convocato tavolo tecnico su rotazione dirigenti Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 13 Febbraio 2018 21:43

Le oo ss dei dirigenti sono state convocate in sede di tavolo tecnico al fine di discutere della problematica relativa alla rotazione degli incarichi dirigenziali. Vi terremo informati sui risultati.

 
39 - Schema DM nuove piante organiche - le osservazioni della cisl Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 05 Febbraio 2018 20:29

 

Dott.ssa Elisabetta Cesqui
Capo di Gabinetto

 

La scrivente organizzazione sindacale riscontra lo schema di decreto concernente le nuove piante organiche, trasmesso per le osservazioni a tutte le sigle sindacali.

Come già affermato nella nota unitaria sul DM relativo alle nuove assunzioni, il cui contenuto si conferma integralmente, in altri documenti e nel corso delle riunioni sull’argomento, la CISL ribadisce il forte interesse a realizzare per intero e nei termini convenuti quanto concordato il 26 aprile us e quanto previsto dall’art. 21 quater della legge 132/2015 ossia le progressioni economiche e giuridiche, dentro e tra le aree, del personale dell’organizzazione giudiziaria.

Lo schema di decreto de quo, se considerato isolatamente, è suscettibile di una negativa valutazione perché, pur rendendo possibile l’assunzione di ulteriori 1420 idonei al concorso  per assistenti giudiziari e pur creando i presupposti per il transito in area terza anche dei contabili, degli assistenti informatici e linguistici, sostanzialmente rimodula l’organico di una sola figura professionale, quella  dell’assistente giudiziario, e prevede addirittura un taglio, sia pure di poche unità limitatamente all’amministrazione centrale, della figura del funzionario giudiziario. Tale valutazione tuttavia cambia se si considera tale decreto solo come la tappa intermedia del percorso definito nell’accordo del 26 aprile us il quale deve condurre, attraverso successivi atti ossia la determinazione del fabbisogno di personale da parte dell’amministrazione e la rimodulazione dell’organico di tutte le altre figure professionali, all’integrale scorrimento delle graduatorie ex art. 21 quater della legge 132/15, al transito degli ausiliari nell’area seconda ed ai cambi di profilo nell’ambito delle aree seconda e terza ex art. 20 CCNI. Fondamentale per la CISL è lo scorrimento integrale delle due graduatorie formate all’esito delle procedure ex art. 21 quater cit. Tale scorrimento, infatti, libererà i posti affinché, operata la rimodulazione degli organici delle figure professionali dell’area seconda, gli assistenti giudiziari transitino, su base volontaria ed in cospicuo numero, nella figura del cancelliere esperto,  i posti lasciati liberi dagli assistenti siano occupati, sempre su base volontaria, dagli operatori giudiziari nonché  dagli idonei del concorso per assistente giudiziario, le scoperture che si creeranno nella figura dell’operatore siano colmate dai conducenti di automezzi che lo richiedano e dagli ausiliari in transito dall’area prima attraverso la procedura del corso concorso, già prevista sin dall’accordo FUA del 2010.

E’ innegabile che, nonostante quanto già realizzato (procedure concorsuali ex art. 21 quater L.132/15 ed immissione in possesso dei vincitori, maxi concorso per assistenti giudiziari e prime assunzioni dalla relativa graduatoria, DM sulla revisione dei profili professionali e sulla istituzione dei profili tecnici, pubblicazione dei bandi per le progressioni economiche anno 2017 ed accantonamento delle somme per le progressioni economiche anno 2018) siamo in forte ritardo rispetto alle scadenze concordate nell’accordo del 26 aprile. I lavoratori chiedono contezza della esigibilità di tutto quanto convenuto. Ed hanno ragione. Per tale motivo la CISL chiede che codesta amministrazione ponga in essere senza indugio gli atti necessari a completare il percorso intrapreso, ivi compresa la pubblicazione di interpelli per tutte le figure professionali sì da consentire lo sblocco della mobilità interna del personale.

Distinti saluti

 
38 - Assunzioni e Piante Organiche - I risultati della riunione del 1 febbraio 2018 Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Domenica 04 Febbraio 2018 20:05

Si è svolto il 1 febbraio, su sollecitazione di CGIL CISL e UIL, l’incontro con il Direttore Generale del Personale del DOG, dr.ssa Fabbrini, per fare chiarezza sul tema delle assunzioni e delle piante organiche tenuto conto di come tale argomento si rifletta sulle aspettative dei lavoratori.
Nel merito il Direttore Generale ha chiarito che le previste 1420 assunzioni di Assistenti Giudiziari avverranno attingendo dalla graduatoria del concorsone. L’assegnazione degli ulteriori vincitori del concorso avverrà con una ripartizione che terrà conto delle gravi scoperture e di quegli Uffici ove è stato aumentato il numero del personale di magistratura. Il Direttore Generale ha anche chiarito che non saranno occupati posti che possono essere ambiti dai lavoratori interessati alla mobilità poiché il DM sulle piante organiche, in via di predisposizione, prevederà una variazione in aumento della dotazione organica del profilo degli Assistenti (750 unità in più) allo scopo di rispondere alle esigenze degli Uffici per le udienze. Analogo aumento verrà realizzato per i profili di Funzionario Contabile (30 unità) e Funzionario Informatico (50) al fine di consentire l’applicazione del 21 quater L.132/2015 anche a queste figure.
Proprio in merito allo scorrimento della graduatoria ex 21 quater, la dr.ssa Fabbrini ha chiarito che è prevista l’assunzione di ulteriori 100 Funzionari Giudiziari, i quali si sommano ai 200 già previsti. L’assunzione di questi ultimi registra un ritardo a causa della difficoltà nel reperire candidati con titoli di studio attinenti al lavoro nelle cancellerie. Per tale motivo è possibile che saranno chiamati candidati con titoli di studio anche non specifici. Appena avverranno dette assunzioni, ci sarà la corrispondente tranche di scorrimento della graduatoria del 21 quater la quale terrà conto anche della circostanza che circa dieci vincitori hanno rinunciato al passaggio.
Su sollecitazione di CGIL, CISL E UIL, il Direttore Generale ha comunicato che la risoluzione alla problematica dello scorrimento della graduatoria ex art.21 quater passa attraverso la determinazione del “fabbisogno” di personale, istituto giuridico che ha sostituito quello di “dotazione organica”. Sul Punto il DG ha assicurato che è in corso un confronto serrato con Funzione Pubblica per trovare le soluzioni più idonee a realizzare lo scorrimento nei tempi convenuti (30.6.2019). 
A seguire, la dr.ssa Fabbrini ha chiarito che si potrà procedere con la “riqualificazione giuridica” ossia ai passaggi di profilo nell’ambito della stessa area solo all’esito della rideterminazione dell’organico dei singoli profili. Sul punto il D.G. ha assicurato il massimo confronto con le OO.SS. sui principi sui quali si baserà la rideterminazione dei contingenti di ciascun profilo.
La Dr.ssa Fabbrini ha comunque evidenziato che con le limitate variazioni in aumento previste nel DM sulle piante organiche in corso di definizione sarebbe possibile una prima progressione giuridica (ossia un transito) verso due profili, quello di Cancelliere Esperto, che vede una scopertura di 1570 posti, e quello di Operatore Giudiziario. Verso tale figura professionale sono destinati a transitare: 270 ausiliari dall’area prima e 300 assunti tramite i Centri per l’Impiego.  In conseguenza di tale ultima assunzione, ed in attesa che la revisione dell’Ordinamento Professionale porti l’auspicata unificazione della I^ Area nella II^, ai 270 ausiliari se ne aggiungeranno altre 300 per cui il numero complessivo di passaggi dall’area prima nella figura dell’operatore giudiziario sale a 570.

Dal dibattito serrato, è, infatti emerso, che le 10000 vacanze d’organico, come affermato dal D.G. sono la chiave di volta per attuare quella ridefinizione complessiva della dotazione organica dell’area seconda necessaria per far confluire la I^ area nella seconda e per permettere l’ampliamento della III, così da attuare lo scorrimento della graduatoria del 21 quater.
In merito al punteggio da attribuire al “tempo determinato” nella procedura di progressione economica il DG ha affermato che questa materia sarà valutata dalla Commissione pur evidenziando come la mancanza nel bando di una differenziazione tra lavoro a tempo indeterminato e lavoro a tempo determinato possa consentire di valutare entrambe le tipologie di lavoro con il medesimo punteggio (0,50).
CGIL, CISL, UIL, infine hanno rimarcato fermamente la necessità di una circolare specifica sul funzionamento degli UNEP, viste le criticità che si stanno registrando sul territorio nazionale all’indomani dell’immissione in ruolo dei nuovi Funzionari UNEP.  Il Direttore Generale ha ribadito il proprio interessamento alla problematica, assicurando un apposito confronto con le OO.SS  da qui a breve.


 
37 - Nuove assunzioni – Il ministro firma DM decreto per ulteriori 1.520 assunzioni Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 03 Febbraio 2018 19:36

Il 1 febbraio il Ministro della Giustizia ha firmato e trasmesso al Ministro della Funzione Pubblica Marianna Madia, per il concerto, il decreto che prevede 1.520 nuove assunzioni negli uffici giudiziari, anche in attuazione dell’articolo 1, comma 1418, della legge di stabilità per l’anno 2018, di cui 1.420 per il profilo di assistente giudiziario e 100 per il profilo di funzionario giudiziario.

 
33 - Nuove assunzioni e nuove piante organiche Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 30 Gennaio 2018 23:35

Le organizzazioni sindacali sono state convocate per il prossimo 1 febbraio, ore 12.30, ad un “incontro illustrativo sulle previsioni di destinazione delle 1400 unità previste dalla Legge 27 dicembre 2018, n. 205, (Legge di stabilità 2018) e di informazione sulle prime valutazioni concernenti le modifiche delle piante organiche”. Vi terremo informati.

 
32 - Nuove assunzioni - le osservazioni CGIL CISL e UIL allo schema di DM Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 29 Gennaio 2018 22:58

Dott.ssa Elisabetta Cesqui
Capo di Gabinetto

 

CGIL CISL e UIL pur riscontrano favorevolmente il contenuto dello schema di DM sulle assunzioni nell’organizzazione giudiziaria, recentemente trasmesso per le osservazioni alle organizzazioni sindacali, devono formulare alcune imprescindibili osservazioni. Le cancellerie e segreterie giudiziarie hanno un bisogno quasi disperato di personale a causa del pluridecennale blocco delle assunzioni che ha determinato la progressiva riduzione del personale in servizio ed il costante innalzamento dell’età media dello stesso. Ben vengano nuove assunzioni ed anzi, considerati i circa mille pensionamenti all’anno, è necessario che le assunzioni nell’organizzazione giudiziaria, ma anche negli altri dipartimenti, diventino strutturali attraverso la periodica pubblicazioni di bandi di concorsi pubblici e mediante l’integrale scorrimento delle relative graduatorie. Tuttavia le scriventi devono rilevare che non è ancora sufficiente il numero di assunzioni di funzionari che permetta lo scorrimento della graduatoria ex 21 quater.

La problematica delle assunzioni, infatti, non va affrontata isolatamente ma va coniugata con gli interessi ed i diritti del personale in servizio che, giova ricordare, ha retto le sorti dell’amministrazione negli anni più bui del blocco del turnover, percependo un salario accessorio da fame e rimanendo al palo delle progressioni giuridiche ed economiche per oltre dieci anni, a differenza di tutti gli altri pubblici dipendenti.

Nello specifico per CGIL CISL e UIL le nuove assunzioni devono costituire il volano per attuare quanto codesta amministrazione si è impegnata a realizzare (ed in parte sta già realizzando) in favore del personale giudiziario nell’accordo siglato il 26 aprile 2017. Oltre alle progressioni economiche, le scriventi organizzazioni fanno riferimento: ai cambi di profilo nell’ambito della stessa area attraverso l’istituto della flessibilità; ai passaggi tra le aree, degli ausiliari nell’area seconda, di contabili, assistenti linguistici ed informatici nell’area terza; all’integrale scorrimento (secondo gli accordi firmati dal Ministro entro il 30 giugno 2019) delle graduatorie formate a conclusione delle procedure previste dall’art. 21 quater della legge 132/2015 in favore di cancellieri ed ufficiali giudiziari. Per questo motivo, CGIL CISL e UIL chiedono un incontro urgente (da tenersi prima dell’emissione dei DD MM sulle assunzioni e su dotazioni e piante organiche) per discutere del piano di fabbisogno triennale in maniera da poter soddisfare i punti di cui all’accordo del 26 aprile 2017 recepito dal DM 9.11.17.

Nella sostanza CGIL CISL e UIL chiedono che, previa completa informativa alle organizzazioni sindacali su organici e attuali presenze in servizio, nella elaborazione del piano triennale dei fabbisogni di personale e/o attraverso altri atti, anche normativi, si tenga conto della immissione nei ruoli anche dei 2700 assistenti giudiziari entro il 2018, oltre a quella dei funzionari giudiziari e delle altre  figure  professionali,  al  fine  di  realizzare  nel  previsto  termine  del  30  giugno  2019

l’inquadramento in area terza di tutto il personale (cancellieri ed ufficiali giudiziari) risultato idoneo nelle procedure realizzate ex art. 21 quater della legge 132/2015. Il passaggio in particolare dei cancellieri è fondamentale perché lo stesso libererà i posti per consentire, a domanda, il transito degli assistenti giudiziari nella figura del cancelliere esperto ed a seguire il transito, sempre a domanda, degli operatori giudiziari nella figura dell’assistente giudiziario e quello dei conducenti di automezzi e degli stessi ausiliari (questi ultimi attraverso la procedura del passaggio tra le aree) nella figura dell’operatore giudiziario. Inoltre CGIL CISL e UIL chiedono che nelle iniziative che si adotteranno per favorire il transito in area terza dei cancellieri idonei ex art. 21 quater si tenga conto della circostanza che la figura del funzionario giudiziario è in via di svuotamento a causa del prossimo pensionamento per raggiunti limiti di età della maggior parte dei funzionari giudiziari attualmente in servizio, entrati nell’amministrazione alla fine degli anni settanta del secolo scorso. E’ inoltre opportuno tenere conto che la figura dell’ufficiale giudiziario deve essere del tutto ricomposta in area terza nel prossimo CCNI così come le figure tecniche ex b3, una volta espletate le procedure di cui all’emendamento in legge di stabilità che estendono il 21 quater a tali figure professionali.

Se la materia delle assunzioni va inserita nel contesto più ampio dei diritti e degli interessi del personale in servizio, allora non si può non tener conto delle implicazioni che le nuove assunzioni hanno sull’interesse alla mobilità di larga parte del personale in servizio, interesse frustrato dalla scelta dell’amministrazione di non pubblicare interpelli negli ultimi anni. Se tale scelta appare comprensibile alla luce delle gravi carenze di personale, la stessa si configura come del tutto ingiustificata alla luce della presa di possesso, a partire dal 2015, di centinaia di lavoratori provenienti, in mobilità volontaria ed obbligatoria, da altre pubbliche amministrazioni ovvero assunti da graduatorie di concorsi espletati in altre PP. AA. e nella stessa Giustizia. Infatti questi lavoratori hanno occupato posti che, secondo il vigente accordo sulla mobilità e secondo il principio costituzionale di equità, andavano offerti prioritariamente al personale interno attraverso la pubblicazione di interpelli straordinari. Sic stantibus rebus CGIL CISL e UIL reiterano la richiesta di sblocco, senza ulteriori indugi, della mobilità anche ordinaria prima delle ulteriori assunzioni di assistenti e funzionari giudiziari, al fine di evitare di danneggiare ulteriormente il personale in servizio

 
30- Buoni pasto – il sindacato confederale interviene a tutela dei lavoratori Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 29 Gennaio 2018 12:43

Con nota invita in data odierna all’amministrazione CGIL CIS e UIL hanno denunciato che diversi esercizi commerciali sul territorio nazionale rifiutano di accettare i buoni pasto in pagamento. CGIL CISL e UIL hanno invitato l’amministrazione ad intervenire tempestivamente sugli enti preposti alla gestione della convenzione, ferma restando la procedura individuale ci reclamo. Pubblichiamo copia della nota trasmessa all’amministrazione e lo schema di reclamo individuale.

 
29 - mobilità - il sindacato confederale chiede lo sblocco Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 23 Gennaio 2018 23:32

Dott.ssa Barbara Fabbrini
Direttore Generale del personale e della formazione

 

Da alcuni anni l’amministrazione giudiziaria sta procedendo alla immissione nei ruoli di nuovo personale proveniente da altre pubbliche amministrazioni in mobilità volontaria od obbligatoria e sta assumendo personale da graduatorie in corso di validità di concorsi espletati presso altre pubbliche amministrazione e dalla graduatoria relativa al concorso per assistenti giudiziari bandito il 18 novembre 2016.

Centinaia di lavoratori, appartenenti a quasi tutti i profili professionali, hanno preso servizio negli uffici giudiziari, occupando altrettanti posti in organico, senza che sia stata data al personale interno la possibilità di ottenere il trasferimento nella sede da ciascuno ambita sulla base delle proprie esigenze, specie familiari.

Tale circostanza, come è noto, stride con gli accordi sottoscritti in tema di mobilità ed in particolare con l’accordo siglato il 27 marzo 2007 il quale riconosce al personale interno la precedenza nella scelta dei posti da coprire attraverso nuove assunzione mediante la pubblicazione di appositi interpelli straordinari.

Ciò posto, per la tutela dei lavoratori interessati alla mobilità, le scriventi organizzazioni sindacali chiedono che in tempi rapidi si proceda alla pubblicazione di nuovi interpelli, anche ordinari, per tutte le figure professionali, a partire dagli assistenti giudiziari, dai funzionari giudiziari e contabili, anche in considerazione del fatto che la mobilità è ferma ormai da anni.

Con riserva di ulteriori iniziative in caso di negativo riscontro, si porgono distinti saluti

 
28 - Funzionari NEP ex art.21 quater - CGIL CISL e UIL denunciano il demansionamento Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Domenica 21 Gennaio 2018 15:19

Dott.ssa Barbara Fabbrini
Direttore Generale del personale e della formazione

 


La gravissima situazione che si è delineata in vari uffici NEP a seguito dell'immissione in possesso dei funzionari UNEP, vincitori del concorso indetto con le procedure ex art. 21 quater L.132/15, è inammissibile ed induce le scriventi OS a sollecitare urgenti interventi da parte di codesta Direzione Generale al fine porre fine agli arbitri che si stanno operando in tali uffici nei confronti di Lavoratori dipendenti del Ministero della Giustizia.

Il rifiuto apposto in vari uffici NEP ai Funzionari UNEP, vincitori della procedura concorsuale, allo svolgimento delle proprie attività disposte dalla legge e dal proprio contratto di lavoro è inconcepibile maggiormente se poi tale arbitrario comportamento, consentito inspiegabilmente a tutt'oggi, è teso alla tutela di privilegi lavorativi ed economici di soggetti che, ricoprendo anche incarichi di coordinamento degli uffici, preselezionano le attività ed il reddito a tutela delle proprie tasche ed in spregio alle vigenti norme.

Le scriventi OOSS informano codesta Direzione Generale che non sono disponibili a tollerare tale sistema di illiceità e di soprusi ed invitano, pertanto, l'Amministrazione giudiziaria ad operare i dovuti urgenti interventi.

Le stesse comunicano che, in caso si negativo riscontro, al fine di porre fine a tale insopportabile situazione, saranno costrette ad adottare ogni misura necessaria a tutela della dignità dei Lavoratori che rappresentano e del rispetto delle norme. In particolare comunicano che saranno avviate tutte le dovute iniziative, anche nelle sedi giudiziarie, e sarà pretesa la quantificazione del danno patrimoniale subito dai Lavoratori con l'illecita sottrazione delle proprie funzioni e del proprio reddito pensionabile e liquidabile.

Restano in attesa di urgenti riscontri.

Distinti saluti

 
27 - formazione interpreti - la nota del sindacato confederale Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 20 Gennaio 2018 15:11

Formazione interpreti - La nota del sindacato confederale pubblichiamo la nota di cgil cisl e uil in merito alla formazione degli interpreti.

 
24 - Progressioni economiche - Anche il DOG differisce il termine di presentazione delle domande Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Venerdì 19 Gennaio 2018 23:59

Con provvedimento del 19 gennaio l’amministrazione giudiziaria ha prorogato al 12 febbraio pv il termine di presentazione delle domande relative alla procedura di attribuzione della posizione economica immediatamente superiore.

 
16 - Progressioni economiche - Il sindacato confederale chiede la valutazione per il personale del Gabinetto Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 11 Gennaio 2018 23:51

Cgil CISL e UIL, con nota inviata in data odierna, hanno chiesto al capo di gabinetto di procedere alla valutazione del personale in servizio presso gli uffici di diretta collaborazione del Ministro al fine di consentire agli stessi pari opportunità di partecipazione alle progressioni economiche rispetto agli altri lavoratori della giustizia.

 
234 - Progressioni economiche - Il manuale utente Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 30 Dicembre 2017 15:59

Pubblichiamo la guida all’utilizzo della procedura on line per l’inoltro della domanda di partecipazione alle procedure di attribuzione della fascia economica immediatamente superiore.

 
233 - Rinnovo RSU - mappatura sedi RSU organizzazione giudiziaria Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 30 Dicembre 2017 15:50

 
225 - Formazione neoassunti – La nota dell’amministrazione Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Domenica 24 Dicembre 2017 21:45

Pubblichiamo la comunicazione dell’amministrazione relativa alla formazione per il personale neoassunto nei ruoli dell’amministrazione giudiziaria.

 
221 - Dirigenti - Retribuzione di risultato: sottoscritta l’ipotesi di Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 23 Dicembre 2017 08:32

Il 20 dicembre scorso si è svolto il previsto incontro con la delegazione di parte pubblica per la definizione dell’ipotesi di accordo sui criteri per la corresponsione della retribuzione di risultato per gli anni 2016 (attività 2015) e 2017 (attività 2016).

Le parti hanno convenuto di ripartire le somme disponibili (€ 3.500.819,00 per l’anno 2016 e € 3.325.200,00 per l’anno 2017) sulla base delle valutazioni assegnate dall’O.I.V. in funzione del diverso grado di raggiungimento degli obiettivi.
Nel prospetto di seguito indicato, sono indicati i coefficienti di valutazione attribuiti ad ogni diverso giudizio, modificati rispetto al passato secondo le intese intervenute nel corso della riunione del 12 dicembre 2017.

Valutazione Coefficiente di Valutazione
Eccellente 1,2
Oltre la media 1,0
Distinto 0,9
Adeguato 0,7
Minimo 0,5
Non valutato (per omessa trasmissione di documentazione) o valutato negativamente 0

In caso di valutazione positiva, l’importo annuo individuale della componente di risultato non potrà in nessun caso essere inferiore al 20% del valore annuo della retribuzione di posizione percepita, in ossequio alla disposizione di cui all’art. 25, comma 3, del CCNL relativo al quadriennio 2006 - 2009.
Le parti hanno concordato inoltre di aumentare il trattamento economico del dirigente con incarico ad interim dal 15% al 20% del valore economico della retribuzione di posizione prevista per l’incarico del dirigente sostituito ai sensi dell’art. 61 del CCNL 21 aprile 2006. Il suddetto incremento è assicurato per gli anni sopra indicati, ma potrebbe in futuro non essere garantito in relazione alle risorse disponibili.

 
217 - Dirigenti - Retribuzione di risultato (attività 2015/2016): i risultati della riunione del 12 dicembre us Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 16 Dicembre 2017 22:10

Il 12 dicembre 2017 si è svolto il previsto incontro con la delegazione di parte pubblica per la definizione dei criteri per la corresponsione della retribuzione di risultato per gli anni 2016 (attività 2015) e 2017 (attività 2016).
All’esito della discussione, le parti hanno convenuto di modificare, nei termini indicati nella tabella di seguito riportata, i coefficienti di valutazione attribuiti ad ogni diverso giudizio espresso dall’O.I.V. in base al grado di raggiungimento degli obiettivi.

Valutazione Vecchi coefficienti Nuovi coefficienti
Eccellente 1,2 1,2
Oltre la media 1,0 1,0
Distinto 0,8 0,9
Adeguato 0,6 0,7
Minimo / 0,5
Non valutato (per omessa trasmissione di documentazione) o valutato negativamente 0 0

L’importo annuo individuale della componente di risultato non potrà in nessun caso essere inferiore al 20% del valore annuo della retribuzione di posizione percepita.
Le parti hanno concordato inoltre di aumentare il trattamento economico del dirigente con incarico ad interim dal 15% al 20% del valore economico della retribuzione di posizione prevista per l’incarico del dirigente sostituito ai sensi dell’art. 61 del CCNL 21 aprile 2006.
La riunione è stata aggiornata al 20 dicembre 2017 per la sottoscrizione dell’ipotesi accordo, che dovrà essere sottoposta ai controlli previsti dall’art. 40-bis del d.lgs. n. 165/2001.

Nel corso dell’incontro è stata affrontata anche la questione della rotazione degli incarichi. Le OO.SS. hanno sottolineato l’esigenza di definire criteri chiari e trasparenti al riguardo e di informare con congruo anticipo i dirigenti interessati alla rotazione (e non ad un mese di distanza dalla scadenza dell’incarico), provvedendo alla contestuale pubblicazione di un interpello.
La parte pubblica, nel ribadire l’orientamento particolarmente rigoroso della Corte dei Conti che ha insistito per un minimo di rotazione, ha comunicato che la rotazione ha interessato 10 dirigenti al III e al IV rinnovo. Sono stati esclusi dalla rotazione i dirigenti, al III rinnovo, di uffici con carenza di organico superiore alla media nazionale e i dirigenti degli uffici distrettuali in considerazione dei rilevanti adempimenti connessi alle spese di funzionamento nonché i dirigenti prossimi alla pensione. L’Amministrazione ha precisato quindi che il recente interpello ha riguardato tutte le sedi dirigenziali vacanti in modo da offrire la più ampia possibilità di scelta ai dirigenti interessati dalla rotazione, le cui domande saranno vagliate con priorità rispetto alle altre.
La parte pubblica ha confermato infine che è prossima alla definizione la procedura per ottenere l’autorizzazione ad assumere 18 dirigenti.

 

 
214 - Assunzione 200 funzionari giudiziari e primo scorrimento graduatoria art. 21 quater L.132/15 – firmato il decreto che individua le graduatorie da cui assumere Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 14 Dicembre 2017 08:53

È stato sottoscritto lo scorso 13 dicembre il decreto che individua le graduatorie oggetto di scorrimento ai fini dell'assunzione di 200 unità di funzionario giudiziario (link al sito giustizia.it). L’assunzione di questi duecento funzionari consentirà il primo scorrimento per altrettanti posti della graduatoria di cui all’art.21 quater della legge 132/5015.

 
213 - Dirigenti - Interpello per posizioni dirigenziali Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 12 Dicembre 2017 08:50

Sul sito istituzionale del ministero è stato pubblicato il sei dicembre scorso interpello per posizioni dirigenziali vacanti negli uffici giudiziari. Pubblichiamo la nota dell’amministrazione.

 
210 - Passaggio degli ausiliari in area seconda - Le oo ss firmatarie dell'accordo del 26 aprile us chiedono la convocazione con urgenza di un incontro Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 04 Dicembre 2017 21:31

Alla Direzione Generale del Personale e della Formazione
Dott.ssa B. Fabbrini  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Oggetto: Sollecito convocazione

Le scriventi OO.SS., benché consapevoli delle attività che sono state necessarie per portare a compimento l’inquadramento dei vincitori delle procedure ex art. 21 quater, e le graduatorie dei vincitori del concorso per assistenti - per i quali auspichiamo l’assunzione in tempi brevi e, per entrambe le procedure, lo scorrimento fino a totale esaurimento delle graduatorie degli idonei - devono tuttavia rilevare il notevole ritardo nel rispetto delle scadenze previste sia nell’accordo del 26 aprile 2017 che del DM del 9.11.2017 che lo ha recepito.
In particolare l’Amministrazione si era impegnata ad attivare dal mese di ottobre c.a. le procedure per l’emissione del bando per la riqualificazione degli ausiliari che, inutile ripeterlo, attendono dal 2010 sia portato a compimento quanto previsto dal CCNI vigente.
Pertanto, a tal proposito, si chiede urgente convocazione.
Con la presente si sollecita, altresì, la pubblicazione entro il mese di dicembre dei bandi relativi alle progressioni economiche già definite con l’accordo del 13 settembre 2017.
Distinti saluti.

 
209 - Dirigenti - Retribuzione di risultato (attività 2013/2014): il testo dell'accordo Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 04 Dicembre 2017 18:10

Pubblichiamo il testo dell'accordo sulla retribuzione di risultato dei dirigenti (attività 2013/2014) sottoscritto lo scorso 29 novembre.

 
207 - Dirigenti - Retribuzione di risultato, sottoscritto l'accordo Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 29 Novembre 2017 17:45


In data odierna, a seguito dell’esito positivo dei controlli previsti dall’art. 40-bis del d.lgs. n. 165/2001, è stato sottoscritto l’accordo definitivo sulla retribuzione di risultato relativa agli anni 2014 (attività 2013) e 2015 (attività
2014).
Le parti hanno concordato di ripartire le somme disponibili, tenendo conto esclusivamente delle valutazioni espresse dall’O.I.V. in base al grado di raggiungimento degli obiettivi. Nel prospetto di seguito riportato, è indicato il coefficiente di valutazione attribuito ad ogni diverso giudizio.

Valutazione Coefficiente di Valutazione
Eccellente 1,2
Oltre la media 1,0
Distinto 0,8
Adeguato 0,6
Non valutato (per omessa trasmissione di documentazione) o valutato negativamente 0

Per i dirigenti ai quali sia stato conferito un incarico ad interim ai sensi dell’art. 61 del CCNL 21 aprile 2006 è prevista inoltre l’attribuzione di un ulteriore importo pari al 15% del valore economico della retribuzione di posizione prevista per l’incarico del dirigente sostituito, commisurato al periodo di durata della reggenza.
Per quanto concerne la definizione dei criteri per la corresponsione della retribuzione di risultato per gli anni 2016 (attività 2015) e 2017 (attività 2016), le parti hanno convenuto di aggiornare la riunione al 12 dicembre 2017, attesa la necessità di procedere ad approfondimenti tecnici anche a seguito delle richieste avanzate dalle OO.SS. di modifica dei coefficienti di valutazione e dell’importo da corrispondere in caso di reggenze.
Al riguardo è stato sottolineato che anche per il conferimento di un incarico ad interim dovrebbe valere la regola dell’interpello (come peraltro avviene in altre amministrazioni statali).
L’Amministrazione, invitata a fornire informazioni in merito all’assunzione degli idonei dell’ultimo concorso a dirigenti del Ministero della Giustizia, ha precisato che al fine di coprire i numerosi vuoti di organico delle posizioni dirigenziali, ha avviato la procedura per ottenere l’autorizzazione ad assumere 18 dirigenti.
In relazione alla questione della rotazione degli incarichi, la parte pubblica, nell’evidenziare l’approccio particolarmente rigoroso della Corte dei Conti inteso ad escludere l’ulteriore rinnovo di un incarico dirigenziale per un periodo di tempo protratto oltre limiti di ragionevolezza, ha assicurato un approccio graduale al problema; l’intento è quello di limitare la rotazione ad alcuni posti funzione e di salvaguardare comunque i dirigenti prossimi alla pensione.

 
206 - Dirigenti - Retribuzione di risultato anni 2013/2014: il 29 novembre pv la firma dell'accordo Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 28 Novembre 2017 18:00

Con nota inviata alle organizzazioni sindacali, che pubblichiamo, l’amministrazione ha informato che il giorno 29 novembre pv, in occasione della già programmata riunione convocata per definire i criteri di pagamento della retribuzione di risultato per le attività 2015/2016, si procederà alla sottoscrizione dell’accordo sui criteri di pagamento della retribuzione di risultato per l’attività svolta negli anni 2013/2014, essendo stata certificata la relativa ipotesi di accordo dagli organi di controllo.

 
200 - Procedure ex art 21 quater - Il 1 dicembre la firma dei contratti individuali Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 21 Novembre 2017 12:27

Secondo quanto comunicato dall’amministrazione attraverso il sito istituzionale, i vincitori delle procedure ex art. 21 quater L. 132/2015 firmeranno i contratti individuali di lavoro presso l’ufficio di appartenenza il prossimo 1 dicembre.

Link al sito istituzionale del Ministero

 
198 - Sussidi in favore del personale – pubblicato il PDG Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 15 Novembre 2017 23:08

Sul Bollettino Ufficiale n. 21 del 15 novembre c.a. (pag. 35) è stato pubblicato il PDG concernente i sussidi in favore dei dipendenti di ruolo dell’amministrazione giudiziaria. Pubblichiamo copia del BU.

 
195 - Rimodulazione dei profili professionali – Pubblicato il DM Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 15 Novembre 2017 12:27

Sul Bollettino Ufficiale n. 21 del 15 novembre c.a. (pag. 25) è stato pubblicato il DM concernente la rimodulazione dei profili professionali della organizzazione giudiziaria. Ne pubblichiamo copia.

B.U. D.M. Profili

 
194 - Concorso assistenti giudiziari - Approvate e pubblicate le graduatorie Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 14 Novembre 2017 23:22

In data odierna sono state pubblicate sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia le graduatorie del concorso per assistenti giudiziari. Le stesse sono state approvate con provvedimento 14 novembre 2017 del Direttore generale del personale e della formazione.

Link al sito istituzionale del Ministero

 
192 - art.21 quater - la nota ufficiale del ministero sulla conclusione delle procedure Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 13 Novembre 2017 20:34

 
191 - Art. 21 quater – Il dg firma i pdg che concludono la procedura Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 11 Novembre 2017 08:40

Il Direttore Generale del personale ha sottoscritto in data odierna i pdg che portano a compimento le procedure ex art. 21 quater L. 132/2015. Sulla base di tali provvedimenti nei prossimi giorni 1148 cancellieri e 622 ufficiali giudiziari saranno chiamati a sottoscrivere il contratto che li inquadrerà rispettivamente nelle figure del funzionario giudiziario e del funzionario nep. Pubblichiamo copia dei pdg e degli altri provvedimenti correlati.
Resta fermo l’impegno della CISL di conseguire il completo scorrimento delle graduatorie nei termini convenuti (30 giugno 2019).

Provvedimento 10 novembre 2017 - Assunzione funzionari giudiziari Area III F1 art.21-quater

Provvedimento 10 novembre 2017 - Assunzione funzionari Unep Area III F1 art. 21-quater

 

 
190 - Rimodulazione profili professionali – Il ministro firma il DM Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 09 Novembre 2017 22:06

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha firmato il decreto di rimodulazione dei profili professionali del personale non dirigenziale dell’Amministrazione giudiziaria. Il decreto è il primo atto scaturente dall’Accordo sottoscritto lo scorso 26 aprile che ha previsto importanti interventi volti a garantire la promozione professionale del personale amministrativo tra i quali le progressioni economiche nelle aree, il cambio di profilo nell’ambito della stessa area, lo sblocco del transito nell’area seconda degli ausiliari. Il DM sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale e nel Bollettino Ufficiale del ministero.

Link al sito ufficiale dell'amministrazione

 
189 - Retribuzione di risultato (attività anni 2015/2016) – Convocate le oo ss per il 29 novembre pv Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 07 Novembre 2017 16:15

Le oo ss della dirigenza sono state convocate per il prossimo 29 novembre pv al fine di discutere e sottoscrivere la ipotesi di accordo sulla corresponsione della retribuzione di risultato (attività anni 2015/2016). Pubblichiamo copia della convocazione. Terremo informati in tempo reale gli interessati sugli sviluppi.

 
188 - Lavoratori assunti in part time - Cgil Cisl e Uil chiedono la trasformazione in full time Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 07 Novembre 2017 16:09

Con nota inviata in data odierna, cgil cisl e uil hanno chiesto all’amministrazione la trasformazione in full time del rapporto di lavoro dei colleghi assunti in part time e quello dei lavoratori che, assunti in part time presso altre pubbliche amministrazione, in particolare nelle province, sono successivamente transitati in mobilità nell’organizzazione giudiziaria. Pubblichiamo copia della nota inviata ai vertici del Ministero. Terremo informati sugli sviluppi i lavoratori interessati.

 
187 - DM profili - Le osservazioni delle oo ss firmatarie Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 01 Novembre 2017 21:24

Dott.ssa Elisabetta Cesqui
Capo di Gabinetto

Dott. Gioacchino Natoli
Capo Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria

Dott.ssa Barbara Fabbrini
Direttore Generale del personale e della formazione

 

L’accordo sottoscritto lo scorso 26 aprile da Lei Sig. Ministro e dalle scriventi organizzazioni sindacali costituisce un importante passo in avanti verso la valorizzazione giuridica ed economica del personale in servizio negli uffici giudiziari. Lo stesso, infatti, prevede, tra l’altro, la rimodulazione della declaratoria di alcuni profili professionali, la istituzione anche per la organizzazione giudiziaria dei profili tecnici, nuove progressioni economiche con i FUA 2017 e 2018 (in favore anche del personale degli altri dipartimenti del Ministero), il passaggio da un profilo ad un altro nell’ambito della stessa area attraverso l’istituto della flessibilità, la pubblicazione del bando per il passaggio degli ausiliari nell’area seconda, “mantenendo aperta la graduatoria” al fine di realizzare lo scorrimento della stessa, il transito nell’area terza di tutti i cancellieri e di tutti gli ufficiali giudiziari che hanno superato le procedure ex art. 21 quater della legge 132 entro il giugno del 2019.

L’accordo contempla l’emanazione di una serie di atti da parte dell’amministrazione, quali il decreto ministeriale che recepisce i profili nuovi e quelli emendati ed il decreto ministeriale che rimodula gli organici, nonché la conclusione di successivi accordi, quali quelli sulle progressioni economiche, secondo una tempistica ben precisa volta a dare certezza della esigibilità dell’accordo in un arco temporale ragionevole (cfr. art. 6 dell’accordo del 26 aprile cit).

Le scriventi organizzazioni sindacali esprimono disappunto per il fatto che lo schema di decreto non si limita a recepire i nuovi profili (assistente e funzionario tecnico) e quelli modificati nella denominazione e/o nella declaratoria ma contempla tutti i profili, anche quelli previsti dal vigente CCNI e non toccati dall’accordo del 26 aprile. Tale circostanza rende il decreto irricevibile per il sindacato perché un atto unilaterale dell’amministrazione non può incidere, se non in via del tutto limitata ed eccezionale, su materie, quali la disciplina di profili e mansioni, che la legge riserva alla contrattazione integrativa.

CONFSAL CGIL CISL UIL e INTESA rappresentano ancora come lo schema di provvedimento non reca, neanche in premessa, alcun riferimento agli impegni assunti dall’amministrazione con l’accordo del 26 aprile. In particolare stride il silenzio sulle procedure ex art. 21 quater, sull’inquadramento dei vincitori, sullo scorrimento delle graduatorie che, per l’impegno assunto personalmente dal ministro, è previsto sia ultimato entro il 30 giugno 2019, sull’estensione della procedura alle altre figure apicali dell’area seconda. Stride il silenzio anche sulle procedure di transito degli ausiliari nell’area seconda e sui tempi e modi di attuazione della flessibilità. Infatti non vi è alcun cenno sui passaggi a domanda dei conducenti di automezzi nella figura dell’operatore giudiziario, degli operatori giudiziari nella figura dell’assistente giudiziario, degli assistenti giudiziari nella figura del cancelliere esperto, per quanto riguarda l’Area Seconda, e dei funzionari giudiziari nella figura del direttore, per quanto riguarda l’Area Terza.

CONFSAL CGIL CISL UIL e INTESA riscontrano come nel testo del decreto non sia specificato che la figura dell’ufficiale giudiziario è ad esaurimento e che pertanto in tale figura non ci possono essere accessi né dall’interno né dall’esterno, come peraltro stabilito dal 21 quater. Inoltre le stesse rilevano come nella tabella A la figura del direttore reca ancora la originaria denominazione di direttore amministrativo e come nelle premesse non si comprende il reale significato del seguente periodo: “CONSIDERATO che, quanto ai profili ridenominati, nuovi accessi, sia con procedure esterne che interne, potranno determinarsi solo nei profili di “Direttore” e di “Cancelliere esperto”, con ;”.

CONFSAL CGIL CISL UIL e INTESA chiedono innanzitutto che il decreto de quo richiami nel dettaglio quanto definito nell’accordo del 26 aprile 2017 e ribadisca l’impegno a rispettare la programmazione degli interventi siccome indicata nell’articolo 6 dell’accordo medesimo ed in attuazione del comma 2 dell’art. 5 del medesimo accordo, con particolare riferimento alla rimodulazione delle dotazioni organiche, all’inquadramento in terza area entro il 30 giugno 2019 di tutti gli idonei delle procedure ex art.21 quater L. 132/15; all’avvio delle procedure per il transito degli ausiliari nell’area seconda; all’avvio delle procedure di flessibilità per tutte le figure interessate. Inoltre le stesse chiedono che: venga cassato nella tabella A ogni riferimento ai profili previsti dal vigente CCNI e non modificati dall’accordo del 26 aprile 2017; venga corretta nella tabella A la mera denominazione della figura del Direttore; venga precisato che la figura dell’ufficiale giudiziario è ad esaurimento nel senso che non potrà ricevere ulteriori unità di personale né dall’interno né dall’esterno; venga riformulato e meglio specificato in premessa  il richiamo ai nuovi accessi nelle figure del direttore e del cancelliere esperto.

Tanto premesso CONFSAL CGIL CISL UIL e INTESA restano in attesa di nuova bozza di DM riformulata secondo le osservazioni testè formulate.

 
186 - Dirigenti - interpello per l’ufficio primo della DG del personale Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 19 Ottobre 2017 10:59

Con nota inviata alle organizzazioni sindacali, l’amministrazione ha comunicato l’avvenuta pubblicazione dell’interpello per la copertura della posizione dirigenziale dell’Ufficio I Affari Generale della Direzione Generale del personale e della formazione.

 
180 - Dirigenti - Retribuzione di posizione e di risultato 2016 (attività 2015): il sindacato confederale sollecita l'avvio delle trattative Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 11 Ottobre 2017 12:30

Con nota inviata all'amministrazione cgil cisl e uil hanno sollecitato l'avvio delle trattative per la definizione dei criteri di pagamento della retribuzione di posizione e di risultato per l'anno 2016 (attività 2015).

 
173 - Aggressione Tribunale Perugia - L'intervento del sindacato confederale Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 27 Settembre 2017 16:02

 
167 - Progressioni economiche 2017 - I contenuti della ipotesi di accordo Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 14 Settembre 2017 18:14

Abbiamo sottoscritto il 13 settembre 2017 la ipotesi di accordo sulle progressioni economiche nel Ministero della Giustizia.

Tale ipotesi di accordo prevede 10.454 progressioni, con decorrenza 1 gennaio 2017, così suddivise: 9091 per l’organizzazione giudiziaria; 718 per l’amministrazione penitenziaria; 487 per l’amministrazione minorile e di comunità; 158 per gli archivi notarili.

La selezione avverrà sulla base di titoli ed anzianità. Inoltre è prevista per i vincitori una formazione successiva.

Le trattative, iniziate solo a settembre ossia con grave ritardo, ad onta delle reiterate sollecitazioni della CISL e delle altre organizzazioni sindacali, sono state pesantemente condizionate dalla necessità di definire le procedure per l’attribuzione  delle progressioni (certificazione della ipotesi di accordo, firma dell’accordo definitivo, pubblicazione del bando, presentazione delle domande per via telematica, formazione ed approvazione delle graduatorie) entro e non oltre il 31 dicembre p.v.

Come abbiamo affermato, congiuntamente alle altre organizzazioni sindacali sottoscrittrici, nella nota a verbale depositata all’atto della firma, la ipotesi di accordo è carente nella parte in cui non considera utili ai fini del calcolo del punteggio i titoli post laurea dei master e delle specializzazioni, titoli per contro riconosciuti in tutti gli altri Ministeri. Tale esclusione, motivata dall’amministrazione con la ineludibile esigenza di snellire lo scrutinio delle domande (secondo l’amministrazione, infatti, soprattutto la variegata tipologia dei master renderebbe biblici i tempi della verifica che va fatta anche presso il MIUR), è stata fortemente voluta dalla parte pubblica che l’ha posta come condicio sine qua non per la firma dell’accordo.

Nel corso della riunione la CISL ha sottolineato le criticità derivanti dal fatto che l’accordo, unico per tutto il Ministero, deve essere poi calato nella variegata realtà dei singoli dipartimenti. Così a titolo esemplificativo  ha evidenziato la eccessiva sottovalutazione dell’anzianità maturata presso altre pubbliche amministrazioni, la mancata considerazione della qualità dell’attività svolta negli uffici (dai capi area, dai responsabili di sede, dal personale in missione, dai reggenti gli uffici, dal personale che, venendo incontro alle esigenze dell’amministrazione,  ha fruito della flessibilità o di quello che su richiesta della stessa si reca in altri uffici fuori provincia o regione in sostituzione di colleghi assenti per garantirne i servizi, o ancora degli impiegati che negli archivi notarili curano il funzionamento degli archivi mandamentali) le quali non premiano in particolare il personale che sia nell’amministrazione giudiziaria, sia nelle amministrazioni penitenziarie sia negli archivi notarili svolge attività di responsabilità avente natura altamente specialistica e si presta a sopperire alle ataviche carenze di personale o, a causa dei tagli,  alla insufficienza dello stesso.

Resta l’impegno da parte della CISL di pretendere per il futuro la convocazione con congruo anticipo dei tavoli negoziali su materie così delicate e rilevanti per gli interessi dei lavoratori e delle stesse amministrazioni della Giustizia.

 
163 - Attuazione Accordo 26 aprile 2017 - I risultati della riunione del 28 agosto c.a. Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 28 Agosto 2017 14:44

Si è svolta nella tarda mattinata di oggi la programmata riunione in merito all’attuazione dell’accordo del 26 aprile u.s. Alla riunione hanno partecipato per l’organizzazione giudiziaria il direttore generale del personale Barbara Fabbrini ed il direttore generale del bilancio e della contabilità Lucio Bedetta.

Nel corso dell’incontro, che ha avuto natura meramente interlocutoria ed informativa, l’amministrazione ha comunicato che: è in via di ultimazione un documento recante la proposta di parte pubblica sui criteri di progressione economica per i lavoratori di tutti i dipartimenti della Giustizia (circa 10.000 progressioni); tale documento sarà trasmesso  alle organizzazioni sindacali nei prossimi giorni; è intenzione dell’amministrazione concludere l’accordo entro e non oltre la metà di settembre; è di prossima emanazione il decreto ministeriale che recepisce l’accordo del 26 aprile; a quest’ultimo seguirà la sottoscrizione di ulteriori decreti tra i quali quello concernente la  rimodulazione degli organici e la cd flessibilità (passaggio da una figura all’altra nell’ambito della stessa area su base volontaria).

Le scriventi organizzazioni sindacali, in attesa di leggere la proposta dell’amministrazione, si sono dichiarate pronte a discutere delle progressioni economiche per tutti i dipartimenti, ribadendo la necessità di rispettare i contenuti dell’accordo del 26 aprile.

Vi terremo informati sugli sviluppi.

 
162 - Dirigenti - Interpello copertura posizione dirigente ufficio terzo concorsi Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 16 Agosto 2017 16:54

Pubblichiamo la nota con cui l'amministrazione ha comunicato la pubblicazione dal 9 agosto us dell'interpello per la copertura della posizione vacante di dirigente di seconda fascia dell'ufficio terzo - concorsi ed assunzioni - della direzione generale del personale e della formazione.

 
161 - Procedure ex art. 21 quater - Pubblicate su giustizia.it le FAQ Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 08 Agosto 2017 22:09

Come preannunciato dall'amministrazione, sul sito istituzionale del ministero della giustizia (questo il link) è stata pubblicata una lista delle domande con le risposte più frequenti in merito alle procedure di cui all'art. 21 quater L.132/2015 ed alla pubblicazione delle relative graduatorie.

 
159 - Reparto aspettative - il sindacato confederale chiede più risorse Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Venerdì 04 Agosto 2017 11:10

Pubblichiamo la nota con cui CGIL CISL e UIL hanno chiesto all'amministrazione il potenziamento del reparto aspettative dell'ufficio IV, depauperato di personale a causa del blocco del turn over.

 
158 - Fua 2015 (parte variabile) - La circolare dell'amministrazione Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 03 Agosto 2017 10:42

Pubblichiamo la circolare diramata dall'amministrazione in merito al pagamento del FUA 2015 (parte variabile)

La circolare inviata agli uffici

 
155 - Procedure ex art. 21 quater L.132/2015 - I risultati della riunione di oggi Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Venerdì 28 Luglio 2017 19:34

Si è svolto in data odierna il programmato incontro in merito alle procedure di passaggio tra le aree per cancellieri ed ufficiali giudiziari previste dall’art. 21 quater della L.132/2015.

Alla riunione hanno partecipato, per la parte pubblica, il direttore generale del personale, Fabbrini, ed il dirigente dell’ufficio concorsi.

Nel corso della riunione il direttore generale ha precisato che:

  • sulla piattaforma e-learning sono stati caricati tutti i documenti concernenti l’attribuzione del punteggio;
  • ciascun candidato mediante le proprie credenziali può accedere ai documenti che lo riguardano nonché alla graduatoria completa anche del punteggio attribuito ai titoli ulteriori rispetto al titolo di studio principale;
  • si procederà all’ampliamento dei posti di funzionario giudiziario per 200 unità (il relativo decreto è in via di emanazione) e per ulteriori 70 unità circa;
  • si procederà da settembre all’inquadramento dei vincitori;
  • si procederà a rispondere mediante FAQ alle principali problematiche sollevate dai canditati in merito all’attribuzione dei punteggi;
  • è intento dell’amministrazione chiudere le procedure del concorso per assistente giudiziario entro il prossimo mese di ottobre;
  • a partire dal 2018 ci saranno nuove assunzioni.

L’accesso e le istruzioni relative alle procedure per l’accesso agli atti sono disponibili al seguente link https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_2_9_9_15.page.
Alla fine della riunione il direttore generale ha preannunciato che all’inizio di settembre in attuazione dell’accordo sottoscritto il 26.4.2017 sarà convocato il tavolo negoziale per la sottoscrizione dell’accordo relativo alle progressioni economiche relative al FUA 2017 (decorrenza 1.1.2017).

Le scriventi OO.SS. monitoreranno la situazione affinché si rispettino le tempistiche dell’accordo mettendo in campo ogni azione a tutela degli impegni presi.

 
154 - Procedure ex art. 21 quater L. 132/2015 - Pubblicate le graduatorie Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 27 Luglio 2017 02:00

Sul sito istituzionale del ministero della giustizia, questo il link,  sono state pubblicate le graduatorie relative alle procedure di cui all'art. 21 quater della legge 132/2015.

 

 
153 - Procedure ex art. 21 quater L. 132/2015 - Imminente la pubblicazione delle graduatorie Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 26 Luglio 2017 01:06

Le organizzazioni sindacali sono state convocate per il prossimo 28 luglio, ore 12.00, per comunicazioni in ordine alle procedure ex art. 21 quater L.132/2015. La pubblicazione delle relative graduatorie è imminente.

 
151 - Ufficio pensioni ministero - il sindacato confederale chiede più risorse Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 25 Luglio 2017 09:32

Pubblichiamo la nota con cui CGIL CISL e UIL hanno chiesto all'amministrazione il potenziamento dell'ufficio pensioni, depauperato di personale a causa del blocco del turn over. Pubblichiamo anche gli interventi già posti in essere dalla Cisl sullo stesso argomento.

 
144 - Conducenti automezzi – Prospettive e proposte Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Domenica 16 Luglio 2017 22:34

Pubblichiamo il documento redatto dal gruppo di lavoro costituito al fine di discutere delle prospettive professionali e di carriera delle figure del conducente di automezzi e dell’assistente alla vigilanza dei locali ed al servizio di automezzi.

 
142 - Dirigenti - Sottoscritta l’ipotesi di accordo sulla retribuzione di risultato anni 2014-2015 Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 11 Luglio 2017 21:42

Oggi, all’esito del previsto incontro con la delegazione di parte pubblica, è stata sottoscritta l’ipotesi di accordo sui criteri per la corresponsione della retribuzione di risultato per gli anni 2014 (attività 2013) e 2015 (attività 2014).
Le parti hanno concordato di ripartire le somme disponibili tenendo conto delle valutazioni espresse dalla Commissione di valutazione in base al grado di raggiungimento degli obiettivi.
Nelle griglie di seguito riportate, sono riportati i coefficienti di valutazione attribuiti ad ogni diverso giudizio.

Valutazione Coefficiente di valutazione
Eccellente 1.2
Oltre la media 1.0
Distinto 0.8
Adeguato 0.6
Non valutato (per omessa trasmissione di documentazione) o valutato negativamente 0.0


Ai dirigenti che nel corso del 2013 e 2014 hanno ricoperto, con positivi risultati, un incarico di reggenza ai sensi dell’art. 61 del CCNL 21 aprile 2006 è corrisposto inoltre un ulteriore importo pari al 15% del valore economico della retribuzione di posizione prevista per l’incarico del dirigente sostituito. Detta integrazione è commisurata al periodo di durata della reggenza.
L’Amministrazione ha assicurato che le OO.SS. saranno convocate tra l’11 e il 15 settembre 2017 per la contrattazione della retribuzione di risultato 2016 (attività 2015).
Le OO.SS. hanno chiesto di avviare al più presto un processo di revisione della retribuzione di posizione – parte variabile.
L’Amministrazione è stata invitata inoltre a fornire notizie aggiornate in merito alla problematica degli ex segretari comunali e all’assunzione degli idonei dell’ultimo concorso a dirigenti del Ministero della Giustizia per coprire i numerosi vuoti di organico delle posizioni dirigenziali.
Il Direttore Generale del Personale e della Formazione dott.ssa Fabbrini ha riferito che le due questioni sono all’attenzione del Gabinetto del Ministro.

 
141 - Attuazione accordo del 26 aprile 2017, graduatorie art.21 quater l.132/15..... Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 11 Luglio 2017 20:15

Attuazione accordo del 26 aprile 2017, graduatorie art.21 quater l.132/15, progressioni economiche fua 2017, regionalizzazione personale giudiziario Trentino Alto Adige, concorso Assistenti giudiziari – Il direttore generale riferisce alle organizzazioni sindacali

A margine della riunione sul salario accessorio dei dirigenti, svoltasi oggi pomeriggio, il direttore generale del personale, Fabbrini, su richiesta delle organizzazioni sindacali presenti, in merito alla pubblicazione delle graduatorie ex art. 21 quater L.132/15 ha precisato che: la commissione si riunirà ancora nei giorni 17, 18, 19 e 25 luglio prossimi; in tale ultima data si dovrebbero concludere i lavori; a partire da tale data pertanto ci dovrebbe essere la pubblicazione delle graduatorie; il ritardo è stato determinato dalla necessità di verificare capillarmente con il MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca) i titoli indicati nelle domande a causa di dichiarazioni errate o mendaci di alcuni; in conseguenza di ciò le graduatorie sono state oggetto di continue revisioni.

Per quanto concerne le progressioni economiche (anno 2017) il DG ha informato che è in corso un confronto con gli organi di controllo e che entro fine mese si procederà alla sottoscrizione del relativo accordo.

Con riferimento alla emanazione del DM che recepisce i contenuti dell’accordo del 26 aprile scorso, il DG ha affermato che i contatti con la Funzione Pubblica sono ancora in corso e che a breve si procederà alla emanazione del provvedimento.

In merito al transito del personale giudiziario del Trentino Alto Adige nei ruoli della regione, il DG ha sostenuto che l’amministrazione centrale, di concerto e per il tramite degli uffici giudiziari interessati, sta procedendo a porre in essere una interlocuzione diretta con il personale che ha optato per il lavoro alle dipendenze dello Stato al fine di evadere positivamente le richieste di mobilità presentate.

Infine il DG ha comunicato che le prove orali del concorso per assistente giudiziario inizieranno verosimilmente nei primi giorni di settembre.

 
139 - Concorso assistenti giudiziari - Pubblicato elenco ufficiale degli ammessi all'orale Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 06 Luglio 2017 21:15

Sul sito istituzionale del ministero della giustizia è stato pubblicato l'elenco dei candidati ammessi alle prove orali. Il diario delle prove orali sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4^ Serie Speciale “Concorsi ed esami” del 1 agosto 2017 e sul sito giustizia.it.
L'elenco ufficiale degli ammessi alle prove orali resterà in linea fino a tutto il 6 agosto 2017.
I candidati potranno vedere l’elenco degli ammessi alle prove orali completo dei punteggi conseguiti nelle singole prove di esame, accendendo alla piattaforma online del sito giustizia.it con le proprie credenziali.

 
138 - Mobilità - Il sindacato confederale chiede interpelli ordinari e straordinari Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 06 Luglio 2017 21:11

Con nota inviata in data odierna, Cgil Cisl e UIL hanno chiesto la pubblicazione con urgenza di interpelli ordinari è straordinari in applicazione del vigente accordo di mobilità ed in considerazione della prossima assunzione di 1400 assistenti giudiziari e delle assunzioni in mobilità operate negli ultimi anni. Vi terremo informati.

 
137 - Retribuzione di risultato anni 2013/2014 - Convocate oo ss per firma ipotesi di accordo Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 06 Luglio 2017 21:06

Le organizzazioni sindacali sono state convocate per il prossimo 11 luglio al fine di discutere dei criteri di pagamento della retribuzione di risultato per gli anni 2013/2014. Pubblichiamo la bozza di ipotesi di accordo trasmessa dall'amministrazione. Vi terremo informati.

 
133 - Segretari comunali transitati in mobilità presso altre amministrazioni - Intervento del sindacato confederale Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 27 Giugno 2017 09:22

Pubblichaimo la nota delle segreterie nazionali fp cgil cisl fp e uil pa indirizzata al ministro della giustizia per richiedere una norma interpretativa dell’art. 1,comma 49, legge 311/2004, al fine di superare le disparità di trattamento createsi in questi anni a danno degli ex segretari comunali trasferiti in mobilità presso pubbliche amministrazioni. Vi terremo informati sugli sviluppi.

 
112 - 30 Maggio: verso il pieno rispetto dell'accordo Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 31 Maggio 2017 11:48

Le OO.SS. firmatarie hanno partecipato alla prima riunione con l’Amministrazione dopo la firma dell’accordo del 26 aprile, presentando una proposta unitaria che consentirà la progressione economica per almeno 10.000 lavoratori lasciando inalterati gli importi delle indennità attuali.

L’obiettivo è quello di ottenere il massimo per tutti i lavoratori, con l’attuazione dell’accordo e della sua programmazione.

Un primo passo verso la completa attuazione dell’accordo è la prima tranche di progressioni.

Il 14 giugno le  OO.SS. sono state già convocate  per la  discussione/firma  del FUA 2016 (adottando gli stessi criteri del 2015) e per definire modalità, risorse, distribuzione per il FUA 2017.

Le parti hanno ribadito la volontà di rispettare tempi e contenuti degli accordi sottoscritti; come OO.SS. sottoscrittrici abbiamo inoltre nuovamente evidenziato la volontà di soddisfare le richieste dei lavoratori e garantire la progressione di tutto il personale, programmata su vari step.

Le OO.SS. firmatarie hanno chiesto inoltre, nella proposta unitaria, che si stanzi nel fua 2017 la somma completa per il passaggio di tutti gli ausiliari, attuando un meccanismo simile a quello del 21 quater con le graduatorie a scorrimento; hanno inoltre dichiarato l'impegno, a partire dal fua 2018, ad individuare posizioni organizzative anche per il personale del DOG.

Circa il passaggio dei cancellieri ex art.21 quater il Direttore Generale, Barbara Fabbrini, ha confermato che la Commissione di valutazione sta esaminando attentamente sia le dichiarazioni dei partecipanti che i titoli, si ritiene che i lavori possano concludersi entro i primi di luglio e, se non ci saranno impedimenti, entro fine luglio si potrebbe procedere agli inquadramenti.

L’Amministrazione si è riservata di esaminare la nostra proposta ed ha preso l’impegno a prendere contatti con gli altri dipartimenti che dovranno essere coinvolti necessariamente.

Prossima tappa: 14 giugno. Vi terremo informati.

 
109 - Progressioni economiche - Si aprono le trattative il 30 maggio pv Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 27 Maggio 2017 21:35

 
108 - Concorso assistenti giudiziari - Istituita apposita sessione per rinnovo espletamento prova preselettiva Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 27 Maggio 2017 21:31

Con Provvedimento 26 maggio 2017 è istituita apposita sessione per il rinnovo della prova preselettiva per i soli candidati cui sono stati somministrati questionari con domande o risposte tronche. Questo i link al provvedimento pubblicato sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia.

 

 
104 - Concorso assistenti giudiziari – Cgil Cisl e Uil chiedono l’ampliamento del numero degli ammessi alle prove scritte e la pubblicazione del database dei quiz delle prove scritte Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Domenica 21 Maggio 2017 19:07

Con nota inviata all’amministrazione, che pubblichiamo, cgil cisl e uil hanno chiesto l’ampliamento del numero dei candidati ammessi alle prove scritte nonché la pubblicazione del database dei quiz delle prove scritte. vi terremo informati sugli sviluppi

 
103 - DGSIA - Utilizzo posta elettronica per comunicazioni interne: il sindacato confederale dice no alle limitazioni Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 20 Maggio 2017 15:57

Con nota inviata ai vertici del dipartimento, cgil cisl e uil hanno contestato il provvedimento del direttore generale dei servizi informativi automatizzati con il quale è stato negato al personale della DGSIA la possibilità di utilizzare la posta elettronica per le comunicazioni interne. Pubblichiamo copia della nota.

 
102 - Dirigenti - I risultati dell'incontro del 7 maggioo Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 20 Maggio 2017 14:57

Il 17 maggio scorso si è svolto il programmato incontro con le OO.SS. dei dirigenti alla presenza del Capo Dipartimento dott. Natoli, del Direttore Generale del Personale e della Formazione dott.ssa Fabbrini e del Direttore Generale del Bilancio e della Contabilità dott. Bedetta.
L’Amministrazione, dopo aver ringraziato la dirigenza per il prezioso supporto fornito in occasione della procedura selettiva di cui all’articolo 21-quater del decreto-legge 27 giugno 2015 n. 83, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2015, n.132, e del concorso a 800 posti di assistente giudiziario, è passata ad illustrare i seguenti argomenti:

Rinnovo incarichi dirigenziali
Con riferimento ai rinnovi di incarichi dirigenziali scaduti al 31.12.2016 la Corte dei Conti ha formulato rilievi per violazione del principio della rotazione degli incarichi; i provvedimenti sono stati ammessi al visto solo a seguito di un’articolata interlocuzione della D.G.P.F. che ha sottolineato le difficoltà organizzative connesse ad una generalizzata applicazione del principio in questione. La magistratura contabile ritiene infatti che gli incarichi di funzioni dirigenziali, anche se sono rinnovabili, per il principio di rotazione non possono superare una ragionevole durata e devono seguire procedure trasparenti; è quindi illegittimo prolungarli per anni, ancor meno se non ci sono, o non sono giustificate adeguatamente, le «particolari esigenze di funzionamento» che in casi eccezionali possono derogare alla regola generale.
CGIL CISL e UIL, nell’esprimere perplessità al riguardo, hanno evidenziato l’esigenza che l’applicazione del principio di rotazione avvenga cum grano salis, sulla base di criteri trasparenti e tenendo conto del peculiare contesto degli uffici giudiziari nonché delle competenze professionali acquisite.


Interpello per la copertura di 77 posizioni dirigenziali
Sono pervenute domande di partecipazione alla procedura per 34 posizioni dirigenziali a concorso; 43 sono invece le posizioni per le quali non è stata presentata alcuna istanza. CGIL CISL e UIL hanno sottolineato la necessità di assicurare la massima trasparenza sullo stato delle procedure sia nella fase di avvio che in quella terminale. La parte pubblica si è impegnata in tal senso.

Retribuzione di risultato
L’Amministrazione ha assicurato che  a breve le OO.SS. saranno convocate per la contrattazione della retribuzione di risultato.
CGIL CISL e UIL hanno sottolineato l’intollerabile e ingiustificato ritardo che, malgrado i reiterati solleciti, ha caratterizzato sinora l’avvio della  trattative per definire i criteri sull’utilizzo delle somme di cui al fondo per la retribuzione di risultato 2014 e 2015, relative a prestazioni risalenti nel tempo ed hanno auspicato per il futuro una tempistica più stringente; hanno suggerito di prevedere eventualmente il pagamento di un acconto sulla retribuzione di risultato, salvo conguaglio all’esito della contrattazione.
A domanda di CGIL CISL e UIL l’Amministrazione ha affermato che la revisione dell’organico della dirigenza dovrebbe avvenire entro il 30 giugno 2017. Si tratta di un passaggio importante per avviare un processo di revisione della retribuzione di posizione – parte variabile.

Idonei a concorso dirigenti – segretari comunali
CGIL CISL e UIL hanno invitato l’Amministrazione ad attingere alla graduatoria (tuttora valida) dell’ultimo concorso a dirigenti del Ministero della Giustizia per coprire i numerosi vuoti di organico delle posizioni dirigenziali e hanno sollecitato un deciso intervento per trovare una soluzione alla vexata quaestio dei segretari comunali che ha dato luogo ad evidenti disparità di trattamento a fronte di situazioni giuridiche soggettive assolutamente identiche. L’Amministrazione ha dimostrato disponibilità al riguardo.

Distinti saluti.

 
96 - Dirigenti – Politiche del personale: convocate le oo ss dei dirigenti Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 15 Maggio 2017 10:56

Le organizzazioni sindacali dei dirigenti sono state convocate per il prossino 17 maggio, ore 16.00, al fine di discutere delle "tematiche inerenti le politiche del personale". Pubblichiamo copia della convocazione. Vi terremo informati.

 
93 - Dirigenti - Conferimento incarichi dirigenziali Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 09 Maggio 2017 20:25

Pubblichiamo la nota con cui l’amministrazione ha comunicato i nominativi dei dirigenti cui sono stati conferiti incarichi dirigenziali nell'organizzazione giudiziaria.

 
89 - Corso per la preparazione al concorso per 800 assistenti giudiziari - On-line il test per le esercitazioni con i quesiti ufficiali forniti dal Ministero della Giustizia Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 02 Maggio 2017 09:20

 

Il corso che la CISL FP sta realizzando per la preparazione al concorso di 800 assistenti giudiziari e del quale sono disponibili tutti i moduli per la preparazione alla prova pre-selettiva, si arricchisce di uno strumento indispensabile per i candidati.
Vi informiamo, infatti, che abbiamo reso operativo sulla piattaforma http://concorsi-cislfp.clioedu.it/corsi un Test di autovalutazione dell'apprendimento per il superamento della prova pre-selettiva contenente i quesiti ufficiali che saranno oggetto della prova pubblicati sul sito del Ministero della Giustizia. Il Test è proposto esclusivamente per consentire una esercitazione individuale per la verifica dello stato delle conoscenze del candidato.
Ricordiamo, così come stabilito all'art. 3 del Decreto inerente la modalità di calcolo del punteggio, che in sede d'esame: "Per ogni risposta esatta sarà assegnato 1 punto; per ogni risposta errata saranno sottratti 0,35 punti; per ogni risposta non data saranno sottratti 0,15 punti."
Il Test di autovalutazione attinge dalla banca dati ufficiale del Ministero della Giustizia (21/04/2017, aggiornamento delle ore 15.00) e somministra 50 domande a scelta multipla presentate in ordine casuale tanto dei quesiti quanto delle opzioni, a cui è possibile rispondere entro un tempo limite di 45 minuti: al termine verrà fornito il riepilogo delle risposte date e l'indicazione delle opzioni corrette.
Tenuto conto che sarà possibile ripetere il Test per un numero illimitato di tentativi, raccomandiamo ai partecipanti un uso intensivo di questo strumento per l'affinamento di quanto appreso.

 
88 - Accordo revisione profili e progressioni professionali - Il testo dell'accordo Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 26 Aprile 2017 20:27

c

 
87 - Accordo revisione profili e progressioni professionali - la nota della federazione nazionale Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 26 Aprile 2017 20:10

Roma, 26 aprile 2017

Prot.402/2017/SG                  

Ai Segretari Regionali e Territoriali


In data 26 aprile 2017 abbiamo sottoscritto, congiuntamente a CGIL e UIL, nonché a Confsal Unsa e Federazione Intesa, un importante accordo sulla revisione dei profili professionali e sulle progressioni professionali nel Ministero della Giustizia (Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria).

Il percorso che la CISL, congiuntamente a CGIL e UIL, ha iniziato nel 2013, attraverso la elaborazione della Piattaforma Unitaria di riforma della Giustizia, dopo l’emanazione dell’art.21 quater della legge 132/2015, che sta consentendo il transito in area terza di cancellieri ed ufficiali giudiziari, secondo la regola del corso-concorso, consegue un ulteriore positivo risultato con l’accordo di cui in premessa. Tale accordo, recependo in gran parte le richieste unitarie, oltre a sancire il superamento della frattura determinatasi tra i sindacati confederali in occasione della stipula del CCNI del 2010, consente innanzitutto la progressione professionale nelle aree attraverso l’istituto della flessibilità e sblocca ulteriori progressioni economiche in favore anche dei lavoratori degli altri dipartimenti del ministero.

L’accordo sottoscritto il 26 aprile, in sintesi, prevede:

1. La possibilità del passaggio da una figura all’altra nell’ambito dell’area seconda a parità di posizione economica ex art 20 CCNI (flessibilità) sulla base dei posti disponibili, anche in posizione soprannumeraria fino al riassorbimento;
2. La possibilità di accesso del personale appartenente a tutti i profili di funzionario, sulla base dei posti disponibili, nella figura del direttore, figura così rinominata in luogo di direttore amministrativo (la mansione della figura resta invariata), anche in posizione soprannumeraria fino al riassorbimento;
3. L’impegno dell’amministrazione a concludere le procedure di flessibilità entro il 31 dicembre 2018;
4. La riscrittura della mansione del cancelliere (ridefinito cancelliere esperto), con la previsione della collaborazione qualificata nell’ufficio per il processo;
5. La previsione dei profili tecnici anche per l’organizzazione giudiziaria (assistente tecnico e funzionario tecnico);
6. La rimodulazione, entro il 30 giugno 2017, delle dotazioni organiche dei profili così ridefiniti e delle piante organiche anche al fine di favorire la flessibilità;
7. La emanazione ex art. 1 comma 2 octies DL 117/2016 di un DM che recepisce i contenuti dell’accordo al fine di accelerare la introduzione dei nuovi profili tecnici e la rimodulazione di quelli esistenti ed armonizzare la immissione nei ruoli dei nuovi assunti con la definizione dei percorsi di riqualificazione e progressione del personale in servizio;
8. L’impegno dell’amministrazione ad effettuare lo scorrimento delle graduatorie ex art 21 quater legge 132/2015 entro il 30.6.2019;
9. L’impegno ad estendere mediante apposita norma l’art.21 quater a contabili, assistenti informatici e linguistici;
10.L’impegno ad aprire il confronto sulle progressioni economiche entro il prossimo 31 maggio ed a reperire nuove risorse al fine di garantire entro il 2018 complessivamente non meno di 10.000 passaggi;
11.La pubblicazione del bando per il passaggio di 270 ausiliari in area seconda (già concordato nell’accordo FUA 2010) a partire dal prossimo ottobre; 
12.Nuove modalità di attuazione della formazione del personale (mediante piattaforma e-learning) ed istituzione di un osservatorio permanete sulla formazione.

L’accordo inoltre prevede l’adeguamento alle procedure telematiche della mansione dell’ausiliario, dell’operatore giudiziario e dell’assistente giudiziario. Al profilo del funzionario giudiziario è stata aggiunta l’attività connessa alla tutela dei crediti erariali nonché quella relativa alle spese di giustizia. I profili UNEP restano al momento invariati. Quest’ultima problematica sarà oggetto di un approfondimento, anche al nostro interno, in vista del prossimo contratto integrativo.

Abbiamo ribadito la necessità che l’amministrazione proceda sin dai prossimi mesi, mediante l’adozione di appositi provvedimenti normativi, al rifinanziamento del FUA sia per consentire di arricchire il salario accessorio per personale della Giustizia (che è tra i più bassi nell’ambito delle pubbliche amministrazione), sia per prevedere le posizioni organizzative in favore anche del personale dell’area terza in servizio nell’amministrazione giudiziaria, sia per consentire nuove ed ulteriori progressioni economiche per tutti i dipartimenti.

Le parti hanno convenuto di proseguire il confronto in merito alla revisione dei profili professionali del personale in servizio presso le amministrazioni penitenziaria, per la giustizia minorile e di comunità e degli archivi notarili. Tale confronto dovrà vertere inoltre sull’applicazione dell’istituto della flessibilità negli altri dipartimenti nonché sulla estensione della previsione dell’art.21 quater L. 132/15 anche ai contabili, agli assistenti informatici e linguistici in servizio nei predetti dipartimenti nonché agli assistenti di area pedagogica in servizio presso l’amministrazione della giustizia minorile.

Alleghiamo copia del comunicato unitario, relativo all’accordo sottoscritto che vi trasmetteremo successivamente non appena disponibile..

Il Coordinatore Area funzionale Ministeri 
Angelo Marinelli

Il Commissario
Maurizio Petriccioli

 
86 - Firmato Accordo su rimodulazione profili e programmazione azioni di riqualificazione dal Ministro Orlando e dalle OO.SS Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 26 Aprile 2017 16:55

 

Si è svolta oggi la prevista riunione sulla revisione dei profili professionali e la programmazione di azioni di riqualificazione alla presenza del Ministro della Giustizia Andrea Orlando.
L’Amministrazione in premessa ha illustrato la bozza di accordo mandata il 24 u.s. alle OO.SS., in cui tra l’altro modifica alcuni profili e ne introduce due tecnici e che, dopo la sua sottoscrizione, verrà recepito in un DM ai sensi della legge 117/16.
I profili che non sono riportati nell'accordo si intendono riconfermati ai sensi del C.I. 2010.
Aperta la discussione e terminato il confronto, Confsal Unsa Fpcgil, Cisl Fp, Uilpa e Intesa  hanno dichiarato di apprezzare l’impianto generale della proposta chiedendo alcune modifiche che sono state poi in parte accolte.
L’Accordo stabilisce una precisa tempistica e una programmazione per la progressione professionale e giuridica dei restanti profili, l'avvio delle procedure di passaggio dalla prima alla seconda area, la convocazione del tavolo Fua sulle progressioni economiche, il completamento della procedura ex art 21 quater (non oltre giugno 2019) e l'estensione della stessa alle qualifiche tecniche ex b3. L'accordo istituisce inoltre due nuove qualifiche tecniche necessarie per la gestione degli immobili passata dai comuni al Ministero.
L'accordo prevede altresì non meno di 10000 progressioni economiche entro il 2018 e l'impegno a reperire ulteriori risorse da parte della Amministrazione per allargare la platea dei beneficiari e rifinanziare il Fua.
Le scriventi hanno apprezzato il fatto che dopo molti anni di stagnazione si sia proceduto da parte della Amministrazione a prendere degli impegni concreti, scadenzati nella tempistica, a favore del personale riconoscendogli la professionalità acquisita.  Hanno tuttavia sottolineato la necessità di reperimento di ulteriori risorse per fare in modo che la Giustizia si riallinei con le altre Amministrazioni del Nuovo Comparto delle Funzioni Centrali, per aumentare il numero delle progressioni economiche, e per rendere esigibile un vero salario accessorio legato alla produttività nonché a garantire la possibilità di istituire per le figure di terza area le posizioni organizzative.
L'accordo prevede un monitoraggio paritetico semestrale sulla attuazione dei punti ivi contenuti in modo da poter vigilare sullo stesso.
Riteniamo che l'accordo sia una assoluta novità anche per l'impegno preso in prima persona dal Ministro a continuare nei prossimi mesi nel percorso di valorizzazione del personale: si tratta di un primo passo importante dopo anni di immobilismo.
Da parte nostra metteremo il massimo impegno per attuare quanto previsto nell'accordo e conseguire il massimo risultato per tutto il personale.
Roma, 26 aprile 2017

Confsal Unsa     FPCGIL    CISL FP    UILPA        Fed. Intesa
Battaglia          D'Orazio     Marra     Amoroso            Ratti

 
85 - Revisione profili professionali organizzazione giudiziaria - la bozza di accordo in vista della riunione del 26 aprile pv Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 24 Aprile 2017 21:07

Pubblichiamo la bozza di accordo trasmessa dall'amministrazione in vista della riunione del 26 aprile pv

 
84 - Revisione profili professionali organizzazione giudiziaria - Convocate le oo ss per il prossimo 26 aprile Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Venerdì 21 Aprile 2017 09:40

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 7