Login


Per gli allegati accedi qui!



Iscriviti alla CISL


Mondo CISL

Link consigliati:
Cisl
Il sito ufficiale della CISL
Cisl News
Le notizie, il mondo del lavoro e altro!
Cisl Funzione Pubblica
La nostra Federazione
Conquiste del lavoro
Quotidiano della CISL fondato nel 1948 da Giulio Pastore

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Santo del giorno

Manifesti storici

Manifesti storici

Chi è online

 8 visitatori online

Statistiche

Utenti : 809
Contenuti : 2185
Link web : 10
Tot. visite contenuti : 1528374
Home Ministero della Giustizia
Ministero della Giustizia
177 - FUA 2017, Progresisoni economiche e giuridiche, passaggi d'area - Il sindacato Confederale incalza il Ministero Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Martedì 18 Settembre 2018 08:45

Al Ministro della Giustizia
On.le Alfonso Bonafede

Al Sottosegretario con delega al personale
On.le Vittorio Ferraresi


Al Capo Dipartimento Reggente DOG
Dott.ssa  Barbara Fabbrini

Al Capo Dipartimento DAP
Dott. Francesco Basentini

Al Capo Dipartimento DGMC
Dott.ssa Gemma Tuccillo

Al Capo Dipartimento DAG
Dott. Giuseppe Corasaniti

 

Oggetto: Sollecito riscontro nota unitaria del 5 settembre 2018.


Sig. Ministro, sig. Sottosegretario e sig.ri Capi Dipartimento

nei giorni scorsi abbiamo inviato la nota unitaria di cui all’oggetto,  ad ogni buon fine allegata in copia,  ed altre note prodotte unitariamente e singolarmente dalle scriventi Organizzazioni Sindacali.
Note rimaste purtroppo senza alcun riscontro malgrado gli impegni assunti nella riunione che abbiamo avuto il 1 agosto scorso con il sig. Ministro, nel corso della quale si era concordato di avviare, a partire dal corrente mese di settembre, una calendarizzazione di incontri incentrati sulle varie tematiche oggetto di una prima valutazione nel corso dell’incontro citato e che ineriscono alla situazione generale del Ministero, alle sue prospettive occupazionali e relative alla riqualificazione del personale interno. Abbiamo comunicato ai lavoratori l’esito di questo incontro esprimendo un comune giudizio positivo rispetto agli impegni assunti ed all’attenzione dimostrata verso le tematiche che riguardano il personale del Ministero. Tematiche che dovranno trovare in questa fase delle risposte concrete negli atti ufficiali del Governo, in particolare per quel che riguarda la predisposizione del piano dei fabbisogni triennale, la cui data di presentazione è prossima e che, in base alla legge e al Decreto interministeriale che ne ha disciplinato le linee guida, è materia di informazione preventiva alla parte sindacale e la definizione delle norme attuative da inserire nel prossimo disegno di legge stabilità per il 2019, la cui presentazione è prevista per la metà del mese prossimo.
Accanto a queste è necessario prevedere con urgenza una riunione del tavolo nazionale di contrattazione che: faccia il punto sull’attuazione di accordi già raggiunti per le progressioni economiche per tutti i dipartimenti; definisca i criteri di pagamento del FUA 2017 attraverso la firma definitiva del relativo accordo; per l’organizzazione giudiziaria sblocchi la mobilità interna attraverso la pubblicazione degli interpelli e dia avvio al transito degli ausiliari nell’area seconda, ai passaggi di profilo nell’ambito della stessa area (cd flessibilità) nonché allo  scorrimento delle graduatorie ex art.21 quater L.132/2015 nel termine convenuto del 30 giugno 2019; dia corso al transito in area terza ex art.21 quater cit. dei contabili, degli assistenti informatici e degli assistenti linguistici non solo dell’organizzazione giudiziaria ma anche degli altri dipartimenti.
Il mancato riscontro alle nostre richieste sta producendo comprensibile sconcerto tra i lavoratori, dai quali arrivano segnali di sfiducia e di indignazione che noi certamente non possiamo ignorare.
Per tale motivo ci vediamo costretti a reiterare le richieste avanzate, rappresentando l’estrema urgenza di una loro definizione tramite il confronto tra le parti e sottolineando, proprio in riferimento alla ristrettezza delle tempistiche sopra indicate, che l’ulteriore mancato riscontro ci costringerebbe ad attivare iniziative di mobilitazione tra i lavoratori che da troppo tempo attendono risposte ad annose problematiche, certamente non riportabili a responsabilità pregresse dell’attuale governo, ma che comunque dovranno essere affrontate e risolte, nell’interesse del servizio e dei lavoratori.
Nel rimanere in attesa di formale e urgente riscontro si porgono distinti saluti

 
176 - Deleghe ai Sottoegreteri alla Giustizia Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Lunedì 17 Settembre 2018 09:45

Con DM 1 agosto 2018 il Ministro della Giustizia ha conferito le deleghe ai sottosegretari nel modo che segue:

Fermo restando quanto disposto negli articoli 4, 14, 15, 16, 17, 19 e 20 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, i Sottosegretari di Stato sono delegati alla trattazione degli affari di competenza dei Dipartimenti di seguito indicati e alla firma dei relativi atti e provvedimenti:
On. Vittorio FERRARESI:
1. Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi, relativamente alla Direzione generale del personale e della formazione e alla Direzione generale del bilancio e della contabilità;
2. Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, relativamente alla Direzione generale del personale e delle risorse per gli affari in materia di edilizia penitenziaria e alla Direzione generale dei detenuti e del trattamento;
3. Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità, relativamente alla Direzione generale per l’esecuzione penale esterna e di messa alla prova
On. Jacopo MORRONE:
1. Dipartimento per gli affari di giustizia, relativamente alla Direzione generale della giustizia civile;
2. Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi, relativamente alla Direzione generale delle risorse materiali e delle tecnologie;
3. Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, relativamente alla Direzione generale del personale e delle risorse per gli affari in materia di personale e alla Direzione generale della formazione.
Al Sottosegretario di Stato On. Vittorio FERRARESI è delegata, altresì, la firma degli atti di seguito indicati:
a. in caso di impedimento od assenza del Ministro, estradizioni urgenti per l’estero e dall’estero, a norma degli artt. 697 e ss. c.p.p. e ai sensi della Convenzione europea di estradizione firmata a Parigi il 13 dicembre 1957;
Al Sottosegretario On. Jacopo MORRONE è delegata, altresì, la firma degli atti di seguito indicati:
a. magistratura onoraria: nomine, conferme, trasferimenti, decessi, cessazioni, rinunce, revoche, decadenze, sanzioni disciplinari;
b. giudici onorari dei tribunali per i minorenni e consiglieri onorari delle sezioni di Corte d’appello per i minorenni: nomine, conferme, rinunce, dimissioni;
c. trasferimento delle persone condannate ai sensi della Convenzione adottata a Strasburgo il 21 marzo 1983;
d. richieste di procedimenti penali ex artt. 9 e 10 c.p.;
e. richieste di rinuncia al diritto di priorità nell’esercizio della giurisdizione e asserzioni del diritto di priorità nell’esercizio della giurisdizione nei confronti di appartenenti alle Forze della NATO, ai sensi della Convenzione tra gli Stati partecipanti al Trattato Nord Atlantico sullo statuto delle Forze Armate ed a norma del DPR 2 dicembre 1956, n. 1666.

 
160 - La CISL incontra il Ministro Bonafede Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Mercoledì 01 Agosto 2018 10:19

Si è svolto in data odierna il programmato incontro informale con il nuovo Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede. Nel corso della riunione abbiamo consegnato al Ministro una nota contenente la nostra posizione in merito a tutte le problematiche relative a ciascun settore della Giustizia e ne abbiamo illustrato per sintesi il contenuto. Alla fine del colloquio, durato circa mezz’ora, il Ministro ha ribadito l’impegno a dare continuità alle iniziative già adottate e si è dichiarato disponibile a venire incontro il più possibile alle esigenze dei lavoratori. Pubblichiamo la nota consegnata al Ministro.

La nota depositata a mani del Ministro

 
159 - 1 agosto 2018 la cisl incontra il nuovo ministro della giustizia Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Sabato 28 Luglio 2018 11:01

 
140 - fua 2017 e progressioni economiche 2018 - le oo ss firmatarie chiedono la sottoscrizione definitiva degli accordi Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Lunedì 02 Luglio 2018 18:42

Al Sig. Ministro della Giustizia
On.le Alfonso Bonafede


Signor Ministro,

in data 21 dicembre 2017 le scriventi OO.SS. hanno sottoscritto con l’Amministrazione della Giustizia l’Ipotesi di Accordo sull’utilizzazione del Fondo Unico di Amministrazione per l’anno 2017 del personale non dirigenziale, per un importo complessivo di €63.487.090.
Premesso quanto sopra, atteso che l’Ipotesi di Accordo sul FUA 2017 risulta certificato dagli organi di controllo, le scriventi OO.SS. chiedono la convocazione urgente del tavolo negoziale per procedere alla sua sottoscrizione definitiva.
Inoltre, si chiede la firma definitiva anche dell’Ipotesi di Accordo del 16 aprile 2018, già finanziato, concernente ulteriori 8.135 sviluppi economici del personale della Giustizia con decorrenza 01.01.2018.
Signor Ministro, confidando nella Sua sensibilità verso i lavoratori e per una Giustizia più efficiente, le  scriventi OO.SS. rappresentano che  la  firma definitiva  dei predetti Accordi consentirà di sbloccare la remunerazione al personale degli emolumenti e delle indennità dovute in ragione dei servizi e delle mansioni espletate nell’anno 2017, nonché di valorizzare ed incentivare il personale con l’emanazione da parte dei vari Dipartimenti del Ministero dei bandi per la progressione economica 2018.
Con l’occasione si rinnova la richiesta di incontro sindacale già formulata il 12 giugno u.s.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 51