Login


Per gli allegati accedi qui!



Iscriviti alla CISL


Mondo CISL

Link consigliati:
Cisl
Il sito ufficiale della CISL
Cisl News
Le notizie, il mondo del lavoro e altro!
Cisl Funzione Pubblica
La nostra Federazione
Conquiste del lavoro
Quotidiano della CISL fondato nel 1948 da Giulio Pastore

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Santo del giorno

Manifesti storici

Manifesti storici

Chi è online

 56 visitatori online

Statistiche

Utenti : 809
Contenuti : 2185
Link web : 10
Tot. visite contenuti : 1528376
Home
Benvenuto in CISL FP GIUSTIZIA
4 - Posizioni assicurative DAP Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Mercoledì 10 Gennaio 2018 20:09

Pubblichiamo la nota dell'amministrazione penitenziaria in ordine a: "Sistemazione delle posizioni assicurative individuali presenti sul portale INPS".

 
2 - Progressioni economiche – La comunicazione del DGMC Stampa E-mail
Giustizia Minorile
Mercoledì 03 Gennaio 2018 17:11

Pubblichiamo la nota dell’amministrazione per la giustizia minorile e di comunità concernente la pubblicazione dei bandi relativi alle progressioni economiche 2017.

 
234 - Progressioni economiche - Il manuale utente Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 30 Dicembre 2017 15:59

Pubblichiamo la guida all’utilizzo della procedura on line per l’inoltro della domanda di partecipazione alle procedure di attribuzione della fascia economica immediatamente superiore.

 
232 - Progressioni economiche – Pubblicati i bandi per tutti i dipartimenti Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Venerdì 29 Dicembre 2017 23:07

In attuazione dell'accordo sottoscritto con le organizzazioni sindacali il 21 dicembre scorso, concernente gli sviluppi economici all'interno delle aree, il ministero ha pubblicato oggi 29 dicembre 2017 i relativi bandi. Alle procedure possono partecipare tutti i dipendenti in servizio alla data del 1° gennaio 2017 con contratto di lavoro a tempo indeterminato appartenenti ai ruoli del Ministero della giustizia, anche se in posizione di comando o di fuori ruolo presso altra Pubblica Amministrazione, che abbiano maturato, alla data del 1 gennaio 2017, un'anzianità di servizio di almeno due anni nella fascia economica di appartenenza dei rispettivi profili professionali.
Tutta la documentazione è rinvenibile sul sito istituzionale del ministero a questo link

 

 
230 - Intitolazione CC. Palermo Pagliarelli Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Giovedì 28 Dicembre 2017 20:31

Pubblichiamo la nota del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria in ordine a: "Intitolazione CC. Palermo Pagliarelli in memoria dell'appuntato del Corpo degli Agenti di Custodia Antonio LORUSSO riconosciuto "Vittima del dovere"

 
228 - Progressioni economiche - Pubblicati i bandi Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Giovedì 28 Dicembre 2017 15:13

Sul sito istituzionale (www.giustizia.it) a partire da domani 29 dicembre saranno pubblicati i bandi per le progressioni economiche anno 2017. Le domande dovranno essere presentate dal 30 dicembre c.a. al 29 gennaio 2018.
Pubblichiamo l'intera documentazione trasmessa dall'amministrazione penitenziaria sull'argomento.

Avviso


Area 1 - Bandi
Area 1 - Schema di domanda

Area 2 - Bandi
Area 2 - Schema di domanda

Area 3 - Bandi 1 di 2
Area 3 - Schema di domanda 1 di 2

Area 3 - Bandi 2 di 2
Area 3 - Schema di domanda 2 di 2

 
226 - Ufficiali giudiziari - Decreto di adeguamento indennità trasferta Stampa E-mail
Ufficiali giudiziari
Martedì 26 Dicembre 2017 21:49

Pubblichiamo la comunicazione dell'amministrazione relativa alla firma del decreto interdirigenziale sull'adeguamento della indennità di trasferta degli ufficiali giudiziari.

 
224 - Ipotesi FUA 2017 - Il testo dell'accordo Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Sabato 23 Dicembre 2017 22:43

 
222 - FUA 2016 - Il testo definitivo sottoscritto Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Sabato 23 Dicembre 2017 22:16

 
220 - INCONTRO DEL 21 DICEMBRE 2017 Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Giovedì 21 Dicembre 2017 22:45

Sottoscritti accordo Fua 2016, accordo progressioni economiche anno 2017, ipotesi di accordo Fua 2017 con impegno di spesa per progressioni economiche anno 2018

Si è svolto il 21 dicembre scorso il programmato incontro in tema di FUA e progressioni economiche. Nel corso della riunione, cui hanno partecipato per la parte pubblica il sottosegretario Migliore, il Capo di Gabinetto Cesqui, i direttori generale del personale Fabbrini, Buffa, Starita, Romano nonché il direttore generale del bilancio Bedetta, è stato innanzitutto sottoscritto l’accordo definitivo concernente i criteri di pagamento del FUA 2016.  La firma di tale accordo, che rende esigibili le somme del FUA 2016, ed il cui contenuto ricalca quello degli anni precedenti, prevede:
1) per l’organizzazione giudiziaria la corresponsione di: 
a) 2 milioni di euro per il pagamento del lavoro straordinario;
b) 12 milioni di euro per il pagamento delle indennità già previste dal CCNI 29.7.2010; 
c) oltre 19 milioni per il fondo di sede da pagare, previo accordo a livello di sede RSU, in misura non superiore all’80% sulla base della valutazione della perfomance collettiva ossia dell’ufficio, in misura non inferiore al 20% sulla base della valutazione della perfomance individuale;

2) per l’amministrazione penitenziaria il pagamento: 
a) delle posizioni organizzative;
b) delle indennità previste dal CCNI 29.7.2010;
c) del cd. fondo di sede;
d) dell’apporto individuale sulla base del vigente sistema di valutazione;

3) per la giustizia minorile il pagamento: 
a) delle posizioni organizzative;
b) delle indennità previste dal CCNI 29.7.2010;
c) del cd. fondo di sede;
d) dell’apporto individuale sulla base del vigente sistema di valutazione;

4) per gli archivi notarili il pagamento:
a) delle posizioni organizzative; 
b) delle indennità previste dal CCNI 29.7.2010;
c) del cd. fondo di sede per remunerare, previo accordo a livello di sede RSU, eventuali ulteriori particolari posizioni e compensi finalizzati alla incentivazione della produttività ed alla valorizzazione del merito.

Successivamente è stato sottoscritto l’accordo sulle progressioni economiche che consentirà a breve la pubblicazione dei relativi bandi. Su richiesta esplicita degli organi di controllo (MEF e Funzione Pubblica) è stato previsto il criterio della valutazione in aggiunta ai criteri già concordati nella ipotesi di accordo (esperienza professionale titoli di studio). Precisamente è stata richiamata la valutazione prevista dagli accordi FUA 2013/2014/2015 per ciascun dipartimento. La CISL ha sottoscritto l’accordo ribadendo il forte disappunto già espresso sia in occasione della firma della ipotesi di accordo il 13 settembre us sia in sede di tavolo tecnico il 14 dicembre. In particolare ha sostenuto che il grave ritardo con cui sono iniziate e proseguite le trattative (22 giugno firma dell’impegno di spesa e13 settembre firma della ipotesi di accordo), ritardo che ha pesantemente condizionato le trattative, nonchè la lentezza con cui la ipotesi di accordo è stata certificata dagli organi di controllo (29 novembre 2017) sono imputabili solo all’inerzia dell’amministrazione. Inoltre la CISL ha ribadito che la sottoscrizione dell’accordo è apposta al solo fine di non perdere le oltre diecimila progressioni previste in quanto lo stesso non tiene conto delle specificità dei singoli dipartimenti, non considera tutti i titoli post laurea (l’Amministrazione ha preteso di considerarne solo alcuni, per rendere a suo dire più spedito lo scrutinio delle domande,  stabilendo surrettiziamente i relativi punteggi), prevede una eccessiva sottovalutazione dell’anzianità maturata presso altre pubbliche amministrazioni  (ovvero altro comparto) non prendendo in considerazione ad esempio il tempo (per alcuni sono oltre 10 anni) in cui i lavoratori prestano ormai la propria attività all’interno dei singoli dipartimenti del ministero della giustizia, non considera la qualità dell’attività svolta negli uffici ad es. dai capi area, dai responsabili di sede, dal personale in missione, dai reggenti gli uffici in qualità di capi degli stessi, dal personale che, venendo incontro alle esigenze dell’amministrazione,  ha fruito della flessibilità o di quello che su richiesta della stessa si reca in altri uffici fuori provincia o regione in sostituzione di colleghi assenti per garantire i servizi, o ancora degli impiegati che negli archivi notarili curano il funzionamento degli archivi mandamentali. Per i motivi sopra esposti la CISL, congiuntamente alle altre organizzazioni sindacali, ha chiesto innalzare fino al massimo possibile i numeri delle progressioni per il 2018 per tutti i Dipartimenti. Dalle progressioni previste dall’accordo sottoscritto sono esclusi i cancellieri e gli ufficiali giudiziari che, a seguito delle procedure ex art. 21 quater L.132/15, sono stati già inquadrati nelle figure rispettivamente di funzionario giudiziario e di funzionario nep. Possono viceversa partecipare alle procedure di progressione economica i cancellieri e gli ufficiali giudiziari risultati idonei.

Infine è stata sottoscritta la ipotesi di accordo relativa al FUA 2017, la quale contiene anche l’impegno di spesa per le progressioni anno 2018. Con riferimento al contenuto di tale accordo si rileva innanzitutto come la entità del Fondo 2017 sia aumentata considerevolmente per le amministrazioni giudiziaria, penitenziaria e della giustizia minorile e di comunità (da 41.801.962 si è passati a 63.487.090) mentre la stessa è rimasta immutata per gli archivi notarili (gli archivi notarili sono una amministrazione finanziariamente autonoma anche per quanto riguarda il FUA). La CISL ha ribadito con forza che tale ultima circostanza è fortemente discriminatoria per i lavoratori degli archivi notarili. Questa amministrazione, infatti, pur operando con una dotazione organica ampiamente sottodimensionata attraverso decine di uffici sparsi sul territorio nazionale in quanto ha subito di recente il taglio agli organici, subendo per converso l’aumento considerevole delle competenze,  si regge proprio grazie all’impegno dei lavoratori che sovente per assicurare i servizi all’utenza sono costretti ad operare su più sedi attraverso gli istituti della reggenza e della missione. In merito alla situazione degli archivi notarili la CISL si è riservata di adottare nell’immediato, di concerto con le altre organizzazioni sindacali, iniziative a sostegno delle legittime rivendicazione dei lavoratori. La ipotesi di accordo sul FUA 2017, che presto sarà inviata agli organi di contro per la prescritta “certificazione”, ricalca nel contenuto il FUA 2016. Ed infatti prevede per l’organizzazione giudiziaria la corresponsione di: 2 milioni di euro per il pagamento del lavoro straordinario; 10 milioni di euro per il pagamento delle indennità già previste dal CCNI 29.7.2010; oltre 40 milioni per il fondo di sede da pagare, previo accordo a livello di sede RSU, in misura non superiore all’80% sulla base della valutazione della perfomance collettiva ossia dell’ufficio, in misura non inferiore al 20% sulla base della valutazione della perfomance individuale. Per l’amministrazione penitenziaria la ipotesi di accordo prevede il pagamento: delle posizioni organizzative; delle indennità previste dal CCNI 29.7.2010; del cd. fondo di sede; dell’apporto individuale sulla base del vigente sistema di valutazione. Per la giustizia minorile e di comunità prevede il pagamento: delle posizioni organizzative; delle indennità previste dal CCNI 29.7.2010; del cd. fondo di sede; dell’apporto individuale sulla base del vigente sistema di valutazione. Infine per gli archivi notarili il pagamento: delle posizioni organizzative; delle indennità previste dal CCNI 29.7.2010; del cd. fondo di sede per remunerare, previo accordo a livello di sede RSU, eventuali ulteriori particolari posizioni e compensi finalizzati alla incentivazione della produttività ed alla valorizzazione del merito. La ipotesi di accordo sui criteri di pagamento del FUA 2017 infine contiene l’impegno di spesa per le progressioni economiche anno 2018 nella misura di:  € 7.780.000 per l’organizzazione giudiziaria; € 1.150.000 per l’amministrazione penitenziaria; € 865.000 per l’amministrazione per la giustizia minorile e di comunità; € 90.000 per gli archivi notarili. Tali importi possono aumentare all’esito della determinazione della quota fissa del FUA 2018 da parte del MEF. In ogni caso la CISL ha chiesto di incrementare al massimo il numero delle progressioni, pur consapevole che lo stesso non potrà superare il 50% dei potenziali beneficiari, secondo i parametri fissati dalla funzione pubblica.

A margine della riunione, su richiesta della CISL e della altre oo ss, il direttore generale del DOG  ha comunicato che l’assegnazione delle sedi per i vincitori del concorso di assistente giudiziario è avvenuta preservando un congro numero di posti in favore della mobilità degli assistenti giudiziari già in servizio e che in conseguenza dell’assunzione dei trecento operatori, il numero degli ausiliari che beneficeranno del transito in area seconda passa da 270 a 570, fermo restando che ulteriori incrementi saranno possibili a seguito della determinazione del fabbisogno di personale del dog.
La pubblicazione dei bandi per le progressioni economiche è prevista entro fine anno.

Pubblichiamo copia del comunicato unitario.

 
3 - Progressioni economiche - Primo intervento delle oo ss firmatarie Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Giovedì 04 Gennaio 2018 22:49

Alla Dott.ssa Elisabetta Cesqui
Capo di Gabinetto  del
Ministero della Giustizia
e, p.c.

Alla Dott.ssa Barbara Fabbrini
Direttore Generale del personale e della formazione del D.O.G.

Al Dott. Pietro Buffa 
Direttore Generale del personale e della formazione del D.A.P.

 


Pervengono alle scriventi organizzazioni sindacali richieste di chiarimento da parte dei lavoratori giudiziari in merito alla individuazione della valutazione prevista quale criterio di selezione nell’ambito delle progressioni economiche anno 2017.
Considerata la delicatezza della materia e la necessità di evitare possibili errori nell’attribuzione dei punteggi, le scriventi organizzazioni sindacali chiedono che l’amministrazione centrale dia formali ed univoche indicazioni alla dirigenza degli uffici giudiziari in ordine alla corretta individuazione della valutazione in questione che, secondo l’accordo sottoscritto il 21 dicembre scorso, è quella posta in essere in attuazione degli accordi FUA 2013/2014/2015. La stessa, invero, fa riferimento al raggiungimento degli obiettivi dell'ufficio e/o dell’unità organizzativa e non alla ulteriore valorizzazione e remunerazione degli apporti individuali particolarmente significativi né a fantomatiche schede di valutazione che non sono mai state previste né da accordi né da circolari ministeriali.
Riteniamo importante, inoltre, inserire fra i periodi non computati nell’anzianità di servizio anche il part time calcolato secondo la percentuale di attività lavorativa indicata nel provvedimento di concessione. Tale omissione ha generato smarrimento tra i lavoratori interessati.

Nella sezione “Anzianità di servizio nel Comparto Ministeri – Profili professionali del Ministero della Giustizia” non vi è la possibilità di inserire il lavoro prestato pre-ruolo nell’Amministrazione della Giustizia, nonostante l’ampio dibattito sull’argomento, che ha preceduto la firma dell’accordo del 21 dicembre scorso, e data per ricompresa ed acquisita.

Va ancora segnalato che il sistema, ad oggi, non consente di redigere domanda ai Bibliotecari A3 F2 per l’attribuzione della fascia economica F3. Ad ogni tentativo si ottiene la seguente risposta: “Attenzione Nessun concorso disponibile”.


Relativamente all’Amministrazione penitenziaria, le scriventi OO.SS. hanno rilevato nei bandi e nei modelli di domanda di progressione economica, pubblicati in data 29/12/2017, sostanziali differenze riguardo alla informativa inviataci dalla S.V. in data 20 dicembre 2017, nonché rispetto all’Accordo sindacale da noi sottoscritto in data 21 dicembre 2017.  In particolare risultano differenze di calcolo nel punteggio della “Esperienza professionale maturata” e difformità nella tabella di “Valutazione delle prestazioni” tali da creare un possibile grave nocumento al personale.

Per quanto sopra, le scriventi organizzazioni sindacali, confidando in un tempestivo e positivo intervento della S.V.,  porgono distinti saluti.

 

 
1 - Criteri nomina capi aree uepe - Convocate le oo ss Stampa E-mail
Giustizia Minorile
Mercoledì 03 Gennaio 2018 17:04

Le oo ss sono state convocate per il prossimo 11 gennaio, ore 12.00, al fine di discutere dei criteri di nomina dei funzionari ex art.13 comma 6 DM 23.2.2017. In tale riunione si affronterà anche la problematica concernente la individuazione di 43 funzionari della professionalità di servizio sociale da assegnare alla direzione degli UEPE locali. Pubblichiamo copia della convocazione.

 
233 - Rinnovo RSU - mappatura sedi RSU organizzazione giudiziaria Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 30 Dicembre 2017 15:50

 
231 - Intitolazione CR. Palermo Ucciardone Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Venerdì 29 Dicembre 2017 20:37

Pubblichiamo la nota del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria in ordine a: "Intitolazione CR. Palermo Ucciardone in memoria del Maresciallo del Corpo degli Agenti di Custodia Calogero Di Bona, medaglia d'oro al valore civile e riconosciuto "Vittima del dovere"

 
229 - Mobilità - Interpello straordinario nazionale per funzionario tecnico e funzionario informatico Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Giovedì 28 Dicembre 2017 20:26

Pubblichiamo l'intera documentazione trasmessa dall'amministrazione in merito all'interpello per funzionario tecnico e funzionario informatico. Le domande dovranno essere presentate entro il 15 gennaio pv

 
227 - Direzione uepe locali - il sindacato confederale dice no a decisioni uniltarerali Stampa E-mail
Giustizia Minorile
Mercoledì 27 Dicembre 2017 23:03

Dott. Vincenzo Starita
Direttore Generale del personale, delle risorse e per l'attuazione dei provvedimenti del giudice minorile

 


Oggetto: interpello finalizzato alla individuazione di 43 funzionari della professionalità di servizio sociale da assegnare alla direzione degli UEPE locali

 

Le scriventi organizzazioni sindacali sono venute a conoscenza dalle sedi periferiche che codesto Dipartimento in data 18 dicembre 2017 ha emanato un interpello finalizzato alla individuazione di 43 funzionari della professionalità di servizio sociale da assegnare alla direzione degli UEPE locali, comunicazione inviata alle OOSS solo in data 21 dicembre 2017 e priva del provvedimento che stabilisce i requisiti ovvero i criteri necessari alla partecipazione del bando.

A riguardo evidenziamo da parte di codesta amministrazione una modalità comunicativa poco ortodossa relativamente alle regole e alle prassi che caratterizzano le buone relazioni sindacali in quanto non solo avevamo avuto rassicurazioni che i criteri di selezione sarebbero stati oggetto di confronto con le organizzazioni sindacali ma risulta oltremodo stridente la circostanza che il predetto provvedimento nella sua completezza non sia stato trasmesso alle rappresentanze sindacali neanche a titolo di informazione successiva.

Giova opportuno rammentare che quello della informazione costituisce un preciso obbligo giuridico che sia la legge sia le norme contrattuali   pongono a carico del datore di lavoro pubblico e che non ammette deroghe neanche per asserite ragioni di urgenza. Inoltre riteniamo di fondamentale importanza che l’individuazione dei criteri per il conferimento degli incarichi siano la sintesi dell’accordo tra le parti , indispensabile per i lavoratori e per la stessa amministrazione, per scongiurare una discrezionalità indiscriminata e, quindi, inevitabili contenziosi.

CGIL CISL e UIL, pertanto, al fine di tutelare il personale che parteciperà all’interpello per ricoprire i predetti incarichi direttivi chiedono con urgenza la convocazione di un apposito incontro per discutere della materia e contestualmente la  sospensione della procedura di interpello.

CGIL CISL e UIL si riservano l’adozione di ulteriori iniziative in caso di negativo riscontro. Distinti saluti.

 
225 - Formazione neoassunti – La nota dell’amministrazione Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Domenica 24 Dicembre 2017 21:45

Pubblichiamo la comunicazione dell’amministrazione relativa alla formazione per il personale neoassunto nei ruoli dell’amministrazione giudiziaria.

 
223 - Progressioni economiche 2017 - Il testo definitivo sottoscritto Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Sabato 23 Dicembre 2017 22:34

 
221 - Dirigenti - Retribuzione di risultato: sottoscritta l’ipotesi di Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Sabato 23 Dicembre 2017 08:32

Il 20 dicembre scorso si è svolto il previsto incontro con la delegazione di parte pubblica per la definizione dell’ipotesi di accordo sui criteri per la corresponsione della retribuzione di risultato per gli anni 2016 (attività 2015) e 2017 (attività 2016).

Le parti hanno convenuto di ripartire le somme disponibili (€ 3.500.819,00 per l’anno 2016 e € 3.325.200,00 per l’anno 2017) sulla base delle valutazioni assegnate dall’O.I.V. in funzione del diverso grado di raggiungimento degli obiettivi.
Nel prospetto di seguito indicato, sono indicati i coefficienti di valutazione attribuiti ad ogni diverso giudizio, modificati rispetto al passato secondo le intese intervenute nel corso della riunione del 12 dicembre 2017.

Valutazione Coefficiente di Valutazione
Eccellente 1,2
Oltre la media 1,0
Distinto 0,9
Adeguato 0,7
Minimo 0,5
Non valutato (per omessa trasmissione di documentazione) o valutato negativamente 0

In caso di valutazione positiva, l’importo annuo individuale della componente di risultato non potrà in nessun caso essere inferiore al 20% del valore annuo della retribuzione di posizione percepita, in ossequio alla disposizione di cui all’art. 25, comma 3, del CCNL relativo al quadriennio 2006 - 2009.
Le parti hanno concordato inoltre di aumentare il trattamento economico del dirigente con incarico ad interim dal 15% al 20% del valore economico della retribuzione di posizione prevista per l’incarico del dirigente sostituito ai sensi dell’art. 61 del CCNL 21 aprile 2006. Il suddetto incremento è assicurato per gli anni sopra indicati, ma potrebbe in futuro non essere garantito in relazione alle risorse disponibili.

 
219 - ufficiali giudiziari - la cisl chiede informazioni sul decreto di adeguamento dell'indennità di trasferta Stampa E-mail
Ufficiali giudiziari
Lunedì 18 Dicembre 2017 08:16

Con nota inviata in data odierna ai vertici del dipartimento la cisl ha chiesto informazioni in merito alla emanazione del decreto di adeguamento dell'indennità di trasferta spettante agli ufficiali giudiziari ex art. 20 DPR 115/02. Vi terremo tempestivamente informati sugli sviluppi

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 101