Login


Per gli allegati accedi qui!



Iscriviti alla CISL


Mondo CISL

Link consigliati:
Cisl
Il sito ufficiale della CISL
Cisl News
Le notizie, il mondo del lavoro e altro!
Cisl Funzione Pubblica
La nostra Federazione
Conquiste del lavoro
Quotidiano della CISL fondato nel 1948 da Giulio Pastore

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Santo del giorno

Manifesti storici

Manifesti storici

Chi è online

 63 visitatori online

Statistiche

Utenti : 806
Contenuti : 2131
Link web : 10
Tot. visite contenuti : 1470177
Home
Benvenuto in CISL FP GIUSTIZIA
131 - buoni pasto - denuncia del sindacato confederale Stampa E-mail
Archivi Notarili
Giovedì 21 Giugno 2018 14:24

Con nota inviata in data odierna al direttore generale degli archivi notarili, cgil cisl e uil hanno denunciato la impossibilità di utilizzare, in molte parti d’Italia, i buoni pasto erogati dal precedente gestore. Con la predetta nota cgil cisl e uil hanno invitato l’amministrazione a ricercare ogni utile soluzione alla problematica e, nelle more, a rendere edotti i lavoratori circa le procedure amministrative volte ad individuare, segnalare e perseguire gli esercizi che rifiutano di incassare i buoni pasto. Vi terremo informati sugli sviluppi.

 
128 - EAP - Soggiorni estivi Castiglione delle Stiviere Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Venerdì 15 Giugno 2018 08:03

Pubblichiamo l’intera documentazione, trasmessa alle oo.ss. dall’amministrazione, relativa a “soggiorni estivi per i dipendenti e le loro famiglie presso l'Istituto di istruzione di Castiglione delle Stiviere (MN)- anno 2018”.

 
126 - attuazione accordo 26 aprile 2017 - il sindacato confederale interpella il nuovo ministro Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Martedì 12 Giugno 2018 21:42

Al Sig. Ministro della Giustizia On.le Alfonso Bonafede

e, p.c.

Al Direttore Generale del personale e della formazione del D.O.G. Dott.ssa Barbara Fabbrini


Signor Ministro,

le scriventi OO.SS., nell’augurarLe il benvenuto a capo del dicastero della Giustizia, chiedono la convocazione di un incontro sindacale avente per oggetto l’Accordo del 26 aprile 2017 inerente la programmazione e la rimodulazione dei profili professionali, azioni di riqualificazione e promozione professionale del personale dell’Amministrazione giudiziaria e degli altri dipartimenti.
Certi di un accoglimento della presente richiesta, ringraziano e rinnovano gli auguri di un proficuo lavoro per una giustizia migliore e più efficiente.

 
124 - Progressioni economiche 2017 - Approvate le graduatorie Stampa E-mail
Archivi Notarili
Mercoledì 06 Giugno 2018 20:38

 
122 - ufficio disciplina - pubblicato il DM istitutivo Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Mercoledì 30 Maggio 2018 23:49

L’amministrazione penitenziaria ha comunicato che sul Bollettino Ufficiale n.9 del 15 maggio 2018 è stato pubblicato il D .M. del 22 marzo 2018 (Modifiche ai decreti 2 marzo 2016 e 22 settembre 2016 per l'individuazione, nell'ambito della Direzione Generale del Personale e delle Risorse del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, dell'Ufficio Disciplina). Pubblichiamo copia della nota trasmessa alle oo ss.

 
120 - Ufficiali giudiziari – cgil cisl e uil sollecitano l’apertura del tavolo tecnico Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 28 Maggio 2018 23:19

Con nota inviata il 26 maggio scorso cgil cisl e uil hanno sollecitato l’amministrazione ad aprire senza indugio il tavolo tecnico volto a sviscerare tutte le problematiche afferenti gli uffici NEP e l’attività degli ufficiali giudiziari. Pubblichiamo copia della nota. Vi terremo informati sugli sviluppi.

 
118 - Decurtazione indennità penitenziaria in occasione di assenze per malattia - La convocazione Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Venerdì 18 Maggio 2018 20:59

 
116 - Decurtazione indennità penitenziaria in caso di malattia - Nuova richiesta di incontro Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Giovedì 17 Maggio 2018 10:14

Dott. Pietro Buffa
Direttore Generale del personale e delle risorse


p.c. Dott. Santi Consolo
Capo Dipartimento

p.c. Marco Del Gaudio
Vice Capo Dipartimento

 

Con riferimento alla problematica afferente la decurtazione retroattiva della indennità penitenziaria in conseguenza delle assenze per malattia, le scriventi organizzazioni sindacali, facendo seguito alla nota trasmessa al Ministro della Giustizia il 9 maggio us, chiedono la convocazione con urgenza di un incontro.

CGIL CISL e UIL confidano in un positivo e tempestivo riscontro in considerazione dell’allarme che il recente provvedimento di codesta generale direzione sulla materia ha cagionato nelle strutture penitenziarie.

Distinti saluti

 
114 - Osservatorio paritetico formazione - I risultati della riunione del 8 maggio 2018 Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 10 Maggio 2018 21:28

Si è svolto l’8 maggio scorso la prima riunione dell’osservatorio paritetico sulla formazione. La riunione, cui hanno partecipato per la parte pubblica il Direttore Generale del personale e della formazione nonchè il direttore dell’ufficio II (Formazione), ha avuto carattere meramente informativo sulle iniziative formative poste in essere dall’amministrazione centrale ed introduttive dei lavori dell’osservatorio paritetico. Nel corso della riunione la CISL, nel salutare con favore l’inizio dei lavori del comitato paritetico, ha chiesto una più precisa informazione sull’offerta formativa dell’amministrazione al fine di assicurare la piena trasparenza soprattutto sulla gestione della formazione a livello periferico nell’ambito della quale quasi mai è stato assicurato il principio di pari opportunità formativa in favore dei lavoratori. Inoltre la CISL ha chiesto l’espansione della formazione e-learning (ossia quella che viene svolta on line attraverso il pc dell’ufficio) in quanto la stessa consente di raggiungere tutti i lavoratori a costi limitatissimi. In merito a quest’ultima richiesta la delegazione di parte pubblica ha precisato che lo sviluppo della formazione e-learning trova ostacoli solo di carattere tecnico legati ai limiti della piattaforma attualmente utilizzata da ministero. Tale tipo di formazione comunque costituirà il futuro della formazione (anche) nella Giustizia. I lavori dell’osservatorio paritetico sono stati aggiornati al prossimo mese di settembre.

 
112 - Progressioni economiche 2017 – approvate le prime graduatorie Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 10 Maggio 2018 21:07

Sono state approvate con provvedimento del Direttore Generale del personale e della formazione alcune graduatorie relative alle procedure per l’attribuzione della fascia economica superiore anno 2017.
In particolare sono state approvate le seguenti graduatorie:

Funzionario contabile area III F7 (1 posto)  -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4026

Funzionario bibliotecario area III F6 (1 posto)   P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4033

Funzionario UNEP area III F6 (1 posto)  -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4035

Assistente giudiziario area II F2 (1 posto) -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4025

Assistente giudiziario area II F6 (1 posto) -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4029

Assistente informatico area II F4 (2 posti) -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4028

Assistente linguistico area II F4 (1 posto) -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4032

Contabile area II F3 (1 posto) -   P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4031

Conducente automezzi area II F2 (4 posti)  -  P.d.g. 9 maggio 2018 prot. n. 4030


Nei prossimi mesi, verosimilmente entro l’estate, si procederà all’approvazione delle ulteriori graduatorie relative alle progressioni economiche 2017
Vi terremo informati.

link al sito giustizia.it

 
129 - decurtazione indennità penitenziaria in occasione di assenze per malattia - il sindacato confederale chiede un inconto al neo ministro Bonafede Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Venerdì 15 Giugno 2018 12:03

On. Alfonso Bonafede
Ministro della Giustizia


Ill.mo Signor Ministro,

I lavoratori appartenenti al comparto delle funzioni centrali in servizio nell’Amministrazione Penitenziaria e nella Giustizia Minorile e di Comunità sono vittime di una grave ingiustizia che proprio in questi giorni sta raggiungendo il suo epilogo. Questi lavoratori percepiscono l’indennità di servizio penitenziario prevista dalla legge in ragione della specificità del lavoro che gli stessi svolgono nelle strutture penitenziarie. A partire dal luglio 2015, sulla base di un mutato orientamento ARAN, le Direzioni Generali del personale dei due dipartimenti hanno disposto non solo la decurtazione della indennità di servizio penitenziario in caso di assenza per malattia ex art. 71 DL 112/08 ma anche il recupero, sulla base della stessa norma, delle somme corrisposte a titolo di indennità in occasione delle assenze per malattia a far data dal 25 giugno 2008, data di entrata in vigore del DL 112/08 citato. Proprio in questi giorni gli uffici stanno procedendo ad effettuare i conteggi ed a richiedere alle ragionerie territoriali competenti di operare le ritenute sugli stipendi.

FP CGIL, CISL FP e UILPA hanno fatto innumerevoli interventi, formali ed informali, sui vertici dell’amministrazione della Giustizia al fine di ottenere il ripristino della originaria esclusione delle decurtazioni in caso di assenza per malattia, anche mediante un intervento legislativo, riaffermando le ragioni, anche tecnico giuridiche, a fondamento della richiesta, segnalando la disparità di trattamento rispetto al personale della polizia penitenziaria e della dirigenza penitenziaria nonchè rispetto agli ufficiali del disciolto corpo degli agenti di custodia i quali, pur operando nel medesimo contesto lavorativo, sono tuttora esclusi ope legis dalle decurtazioni e, soprattutto, denunciando l’iniquità del recupero retroattivo delle somme (per alcuni lavoratori si parla di migliaia di euro) posto in essere da un datore di lavoro (pubblico) che, in barba al principio di buona fede, ha mutato in corso d’opera le regole del gioco.

Signor Ministro,

Il malessere monta tra il personale. Le federazioni FP CGIL, CISL FP e UILPA, nel reiterare le richieste già fatte in merito ad una soluzione politica della questione, le chiedono la convocazione con urgenza di uno specifico incontro sulla materia.

Cordiali saluti

 
127 - progressioni economiche - cgil cisl e uil chiedono un incontro Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 13 Giugno 2018 20:01

Dott.ssa Barbara Fabbrini
Direttore Generale del personale e della formazione

 

Le scriventi organizzazioni sindacali ricevono reiterate richieste di informazione da parte dei lavoratori in merito ai tempi di pubblicazione delle graduatorie relative alle progressioni economiche anno 2017. Il pressing dei lavoratori è legittimo sia per il lungo lasso di tempo trascorso dalla pubblicazione dei bandi sia per il timore di procrastinare la decorrenza delle progressioni al 2019 (ossia di perdere un altro anno, il 2018, dopo aver perso il 2017). Infatti la decorrenza delle progressioni economiche non coincide più con l’anno di sottoscrizione del relativo accordo ma con l’anno di approvazione e pubblicazione delle graduatorie. Inoltre, è noto che proprio per accelerare i tempi dello scrutinio delle domande sono stati concordati criteri semplificati di valutazione, soprattutto dei titoli, che hanno generato non poco malcontento tra i lavoratori.

Per i motivi sopra indicati, attesa la delicatezza della problematica e la ferma volontà delle scriventi organizzazioni sindacali di portare a termine il più rapidamente possibile anche le progressioni economiche anno 2018, si chiede la convocazione con urgenza di un apposito incontro.

 
125 - progressioni verticali - convocate le oo ss per il 12 giugno Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Lunedì 11 Giugno 2018 15:48

 
123 - uffici giudiziari Bari - i risultati della riunione del 30 maggio Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Giovedì 31 Maggio 2018 23:52

Alle Segreterie Territoriali FP CGIL, CISL FP e UIL PA
Con preghiera di trasmissione alle delegate ed ai delegati
FP CGIL CISL FP UIL PA Ministero della Giustizia

LA SITUAZIONE DI BARI

Si è svolta ieri una riunione del tavolo nazionale incentrata su una informativa dell’episodio grave che stiamo registrando a  Bari, ove una verifica sull’agibilità dell’edificio che ospita Tribunale Penale e Procura, attuata tramite una perizia ordinata dall’ente proprietario, l’Inail, ha certificato gravi ed imminenti rischi addirittura di implosione dell’edificio. Fatto che ha determinato la necessità dello sgombero e la predisposizione delle famose tende, al cui interno si svolgono le udienze. Uno sgombero del tutto parziale, dobbiamo dire, perché incredibilmente abbiamo verificato che invece si tende a mantenere all’interno del palazzo i lavoratori, i quali evidentemente o vengono ritenuti immuni dal rischio oppure potenziali eroi civili. Non è certo così e su questo si è aperta la riunione con le dichiarazioni della Capo Dipartimento che per prima si è dichiarata sconcertata  di questa situazione, aggiungendo di aver più volte richiamato i titolari degli Uffici, a quanto pare allo stato inutilmente, a non consentire l’ingresso dei dipendenti. Per quanto riguarda il resto del racconto, purtroppo tristemente noto ai lavoratori di Bari ai quali va tutta la nostra solidarietà, le conclusioni sono che il Palazzo dovrà naturalmente essere sgomberato e che occorre trovare soluzioni transitorie che consentano il prosieguo delle attività, superando l’emergenza tenda, e la soluzione strutturale per la quale è vigente un bando per il reperimento dei locali adatti. Soluzione transitoria che è stata preannunciata nella riapertura della sede distaccata di Modugno e nel reperimento di un  palazzo ex INAIL situato a via Brigata Regina a Bari, comunque a seguito di adeguamento logistico. A contorno di tutto questo la stessa Capo Dipartimento si è dichiarata dispiaciuta per non avere incontrato le RSU in occasione del recente sopralluogo, che lo farà al più presto, (sarà a Bari venerdì) e che ha intenzione di chiederne la presenza alla Conferenza permanente.
Al riguardo noi ci siamo espressi concordando in sostanza sui seguenti punti:
· Che preliminarmente occorre procedere allo sgombero completo dei lavoratori impedendo il prosieguo delle attività nel Palazzo, in particolare ritirando le disposizioni che li obbligano a permanere all’interno dell’edificio;
· Che la RSU sia coinvolta insieme agli RLS e alle OO.SS. Territoriali in tutte le fasi di governo della situazione emergenziale, anche in riferimento alle necessarie verifiche sull’agibilità delle soluzioni transitorie individuate ed alle modalità organizzative conseguenti;
· Che in tale contesto si possano individuare soluzioni che attenuino il disagio dei lavoratori derivante da allocazioni logistiche che possano presentare problemi di accesso con i servizi pubblici o derivanti da sovraccarichi organizzativi, soluzioni naturalmente valutabili prioritariamente a livello di confronto locale;
· Che prima del trasferimento del personale nella sede di Modugno venga avviata una procedura di interpello riservata a tutti i lavoratori coinvolti nella vicenda al fine verificare l’esistenza di disponibilità al trasferimento.
Queste le informazioni dovute ai nostri rappresentanti ed ai lavoratori, cui rinnoviamo la nostra piena solidarietà e disponibilità ad ulteriore supporto, considerato che l’Amministrazione ci ha preannunciato una nuova informativa la prossima settimana. Il carattere nazionale del comunicato riguarda la rilevanza mediatica che l’allestimento delle tende ha dato di un problema grave come la condizione logistica e di sicurezza degli Uffici Giudiziari, rilevanza che noi riteniamo non possa essere parte solo della logica di emergenze come questa, ma che debba riguardare la constatazione di come la politica dei tagli abbia fallito miseramente l’obiettivo di razionalizzare la spesa peggiorando condizioni di lavoro e qualità dei servizi.
Per questo, a nostro avviso, se le tende fossero state davvero un modo eclatante di denuncia, noi avremmo condiviso.
Infine un doveroso chiarimento: abbiamo preso atto ieri, in considerazione delle eccezionalità della situazione e del carattere meramente informativo della riunione, della presenza al tavolo delle OO.SS. non firmatarie del CCNL: resta però ferma la nostra posizione sul pieno rispetto del nuovo CCNL, in particolare per quel che riguarda la puntuale applicazione dell’art.7, che disciplina la titolarità della contrattazione integrativa in capo alle sole OO.SS. sottoscrittrici del CCNL.

 
121 - Ufficiali giudiziari – solidarietà di cgil cisl e uil ai lavoratori dopo la trasmissione le iene Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Lunedì 28 Maggio 2018 23:21

Con nota inviata oggi all’amministrazione cgil cisl e uil hanno espresso solidarietà agli ufficiali giudiziari criticati nel corso della trasmissione le iene del 20 maggio scorso ed hanno invitato l’amministrazione ad intervenire a tutela della immagine del ministero e della dignità dei suoi dipendenti. Pubblichiamo copia della nota inviata al capo dipartimento ed al direttore generale del personale.

 
119 - Decurtazione indennità penitenziaria in occasione di assenze per malattia - I risultati della riunione di oggi Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Martedì 22 Maggio 2018 21:06

Si è svolto oggi pomeriggio l’incontro fortemente voluto da CGIL CISL e UIL in merito alla decurtazione anche retroattiva dell’assegno di servizio penitenziario disposta dalla recente circolare a firma del DG personale e delle risorse DAP Pietro Buffa, recepita anche dalla Giustizia Minorile. Alla riunione hanno partecipato per la parte pubblica il DG personale DAP Pietro Buffa ed il DG personale DGMC Vincenzo Starita.

In via preliminare il DG Buffa ha illustrato tutte le iniziative adottate al fine evitare la decurtazione dell’assegno di servizio penitenziario, specificando la natura della predetta indennità che giustifica il diverso trattamento giuridico riconosciuto sin dagli anni settanta. Il DG Starita dal canto suo ha spiegato le ragioni che lo hanno indotto a recepire la circolare DAP ossia la necessità di evitare il maturarsi della prescrizione decennale. Per tale motivo ha comunicato che la Giustizia Minorile procederà alla quantificazione delle somme da restituire inizialmente solo con riferimento agli anni 2008/2009.

CGIL CISL e UIL, che si sono riservate di impugnare innanzi all’AG competente le circolari sulla decurtazione, al fine di evitare disparità di trattamento hanno invitato il DG Buffa a limitare il recupero delle somme ai soli anni 2008/2009 in analogia a quanto annunciato dal DG Starita per la Giustizia Minorile.

CGIL CISL e UIL hanno invitato DAP e DGMC a sospendere gli atti esecutivi delle circolari ed in ogni caso a procedere con la massima cautela in considerazione della complessità delle verifiche da effettuare per ciascun lavoratore prima del recupero delle somme (ad es esclusione delle assenze delle malattie che sulla base normativa vigente non comportano alcuna decurtazione). CGIL CISL e UIL hanno comunicato che, nelle more, saranno aperte immediatamente nuove interlocuzioni con il prossimo Ministro della Giustizia al fine di ottenere un intervento normativo sulla delicata questione.

I Direttori Generali del personale si sono riservati di valutare le richieste sindacali.

 
117 - EAP - Corso di vela per i figli dei dipendenti dell'Amminsitrazione Penitenziaria Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Venerdì 18 Maggio 2018 20:13

Pubblichiamo la documentazione ricevuta dall'amministrazione in ordine a: "Corso di vela per i figli dei dipendenti dell'Amministrazione Penitenziaria - Anno 2018"

 
115 - Trasformazione part time / full time - Interevento del sindacato confederale Stampa E-mail
Amministrazione Giudiziaria
Mercoledì 16 Maggio 2018 20:37

Dott.ssa Barbara Fabbrini Capo Dipartimento Reggente dell’Organizzazione Giudiziaria
Direttore Generale del personale e della formazione

 


La politica degli organici posta in essere da codesta amministrazione negli ultimi anni ha consentito di sopperire alle gravi carenze di personale attraverso la immissione nei ruoli dell’amministrazione giudiziaria di centinaia di lavoratori o provenienti in mobilità (anche obbligatoria) da altre pubbliche amministrazioni ovvero assunti da graduatorie di concorsi espletati anche presso altre pubbliche amministrazioni. Il recente DPCM emanato lo scorso 24 aprile conferma questo trend positivo autorizzando l’ulteriore assunzione di 300 operatori giudiziari mediante chiamata diretta dalle liste tenute presso i Centri per l’impiego. Tuttavia, nonostante le iniziative poste in essere, ad onta delle richieste degli interessati e delle scriventi organizzazioni sindacali, resta impregiudicata la posizione dei lavoratori i quali, assunti ovvero transitati da altre pubbliche amministrazioni con rapporto di lavoro a tempo parziale, dopo anni di onesto e proficuo lavoro negli uffici giudiziari legittimamente rivendicano la trasformazione in full time del loro rapporto di lavoro. Tale trasformazione gioverebbe non poco alla stessa amministrazione in quanto raddoppierebbe il contributo che questi lavoratori danno quotidianamente alla evasione dei carichi di lavoro negli uffici presso i quali sono stati assegnati ed operano. Per tale motivo, CGIL CISL e UIL chiedono che codesto dipartimento ponga in essere quanto necessario per addivenire in tempi certi e rapidi alla predetta trasformazione, riservandosi l’adozione di ulteriori iniziative in caso di negativo riscontro.

Distinti saluti

 
113 - Nuove assunzioni – Il Dpcm 24.4.2018 Stampa E-mail
Ministero della Giustizia
Giovedì 10 Maggio 2018 21:17

Con il dpcm 24.4.2018, che pubblichiamo, l’amministrazione giudiziaria è stata autorizzata ad assumere, secondo la procedura prevista dall’art.35, comma 1, lett. b) D.L.vo 165/2001 (avviamento degli iscritti nelle liste di collocamento ai sensi della legislazione vigente per le qualifiche e profili per i quali è richiesto il solo requisito della scuola dell'obbligo) n. 300 operatori giudiziari (cfr. tabella 3). L’assunzione di questi lavoratori consentirà di ampliare il numero degli ausiliari che transiteranno in area seconda. Ed invero il relativo bando, di prossima pubblicazione, riguarderà non più 270 passaggi in area seconda, come originariamente previsto, bensì 570 passaggi.  Lo stesso dpcm autorizza inoltre l’amministrazione giudiziaria ad assumere 18 dirigenti di cui 16 idonei del concorso bandito nel 2007 e due dalla Scuola Nazionale dell’Amministrazione, settimo corso (cfr. tabella 3). Infine il dpcm di cui in premessa autorizza l’amministrazione degli archivi notarli ad assumere 11 lavoratori e precisamente 10 conservatori ed un assistente amministrativo (cfr. tabella 4).

 
111 - Decurtazione indennità penitenziaria in caso di malattia - Interviene il sindacato confederale Stampa E-mail
Amministrazione Penitenziaria
Mercoledì 09 Maggio 2018 19:00

La circolare dell'amministrazione

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 98